Algeria, la neve imbianca la porta del Sahara

ROMA – E’ gennaio e nevica, ma non è il solito spettacolo. I fiocchi hanno imbiancato la “porta del deserto”, questo il nome di Ain Sefra, cittadina dell’Algeria all’estremità del Sahara.

Il panorama è cambiato domenica, a circa mille metri di altitudine: da due giorni un manto di neve ricopre le dune di colore zafferano, caratteristiche di quest’area che si trova anche a ridosso della catena montuosa dell’Atlante.

Secondo i metereologi, l’alta pressione che questi giorni sta colpendo l’Europa ha spinto l’aria fredda in Nord Africa.

Le nevicate non sarebbero in realtà evento raro per chi vive nella zona: “Siamo una ‘porta sul deserto’, qui si trovano laghi, foreste, dune, pini marittimi e neve tutto nello stesso posto, questa è la nostra bellezza” ha scritto in un commento online un cittadino di Ain Sefra. Il nome della cittadina in arabo vuol dire “sorgente gialla”.

Anche per i residenti, perlopiù berberi, le precipitazioni di quest’anno sono comunque straordinarie: una quantità di neve simile era stata misurata solo tre volte negli ultimi 38 anni.

9 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»