Authority boccia il piano di Trump sul carbone: esultano gli ambientalisti

ROMA – Aveva rottamato le politiche ambientali di Barack Obama e la lotta ai cambiamenti climatici, ma adesso il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è costretto a fare un passo indietro: l’Authority per l’energia a stelle e strisce (Ferc) ha, infatti, bocciato il piano di sussidi alle centrali elettriche, a carbone e nucleari così come promesso in campagna elettorale dal tycoon. “Con me si mette fine alla guerra al carbone – aveva detto Trump – Rimetteremo i minatori al lavoro”.

Ennesimo schiaffo a Trump che si è visto bocciare all’unanimità il tentativo di continuare a sovvenzionare le industrie del carbone, considerate dall’Authority inquinanti e poco convenienti rispetto alle energie rinnovabili.

Ad esultare non solo gli ambientalisti ma, soprattutto l’ex sindaco di New York, Michael Bloomberg, oggi inviato speciale Onu per il clima: “Vittoria per consumatori, libero mercato e aria pulita”.

9 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»