Roma, Raffaele Marra rinviato a giudizio per abuso d’ufficio

ROMA – E’ stato rinviato a giudizio Raffaele Marra, ex direttore del dipartimento Organizzazione e Risorse umane di Roma Capitale, indagato per abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulla nomina a capo della direzione Turismo del fratello Renato Marra. Secondo il gup Raffaella De Pasquale, infatti, l’ex braccio destro di Virginia Raggi avrebbe favorito il fratello per ottenere quel posto.

La prima udienza del processo a Raffaele Marra, già sotto processo per corruzione e attualmente agli arresti domiciliari, è fissata per il 20 aprile.

Si terrà invece il 21 giugno l’udienza per il processo a carico di Virginia Raggi, indagata nell’ambito della stessa inchiesta per falso in atto pubblico. La sindaca di Roma, che si è sempre detta sicura della propria innocenza, ha infatti chiesto e ottenuto il rito immediato dopo che i pm Paolo Ielo e Francesco Dall’Olio avevano stracciato l’accusa di abuso di ufficio per “mancanza dell’elemento soggettivo del reato“.

 

9 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»