Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Brexit, c’è l’accordo. Gentiloni: “Positivo, fatti progressi. Ora si può passare a fase successiva”

Stamattina il presidente della Commissione Ue Juncker ha annunciato il raggiungimento di un accordo con la Gran Bretagna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Su Brexit l’accordo è “positivo”. Questo il commento del premier Paolo Gentiloni sull’accordo raggiunto, all’alba di oggi,  tra la premier bitannica Theresa May e il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, che ha parlato di un “accordo equo raggiunto con la Gran Bretagna”.

“Sono certo che il Consiglio europea sarà rilanciato. L’Italia non è mai stata per il ‘no deal'”, dice ancora Gentiloni, parlando al convegno ‘L’Idea democratica e l’avvenire dell’Europa’, organizzato da Francesco Rutelli. Sono stati raggiunti “progressi sufficienti”, sottolinea.

“I negoziatori europei hanno registrato progressi sufficienti sulle tre materiequestione irlandese, le somme dovute al bilancio Ue e i cittadini europei nel Regno unito– che consentono di passare alla fase successiva“, sottolinea Gentiloni. “La fase successiva stabilirà probabilmente una fase transitoria di un paio d’anni e poi si comincerà a discutere dei rapporti del Regno Unito come paese terzo e l’Unione europea”, aggiunge.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»