Riprende il processo Miramare, coinvolti il sindaco di Reggio Calabria e l’ex giunta comunale

Il 29 ottobre riparte il processo per abuso d'ufficio e falsità materiale e ideologica relativo alle presunte irregolarità nella concessione dei locali dell'ex hotel
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – Riprenderà il 29 ottobre a Reggio Calabria il processo con rito ordinario relativo al caso “Miramare” che vede coinvolti il sindaco rieletto della città Giuseppe Falcomatà (Pd) e i consiglieri riconfermati Armando Neri (Reset), Giuseppe Marino (Pd), Giovanni Muraca (La svolta) e Saverio Anghelone (Toti). Tutti facevano parte della giunta comunale che nel 2015 assegnò all’associazione “Il sottoscala” parte dell’ex hotel Miramare di proprietà del Comune. A seguito di un esposto su presunte irregolarità nell’assegnazione la Procura di Reggio Calabria sostiene l’accusa di abuso d’ufficio e falsità materiale e ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, relativamente alla concessione dei locali dell’ex hotel. Sono coinvolti anche gli ex assessori comunali Antonino Zimbalatti, Agata Quattrone e Patrizia Nardi, presenti alla votazione della delibera di assegnazione dell’immobile. Nello stesso procedimento risultano imputati anche il presidente dell’associazione Paolo Zagarella, la segretaria comunale Giovanna Acquaviva e l’ex dirigente comunale Maria Luisa Spanò. Con rito abbreviato, sempre nello stesso procedimento, è stata condannata ad un anno, con pena sospesa, l’ex assessora comunale Angela Marcianò, ora rieletta in Consiglio comunale e su cui pende una possibile sospensione dalla carica per via degli effetti della legge Severino.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»