Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Di Maio: “I giornali non facciano le vittime, io non posso chiuderli”

"Smentiscano che perdono ogni anno lettori"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il diritto di critica io non posso mica negarlo, io non ho neanche il potere per negare il diritto di critica. Quindi non si mettano a fare le vittime adesso alcuni giornali dopo che mi hanno riempito e impallinato con fake news per 6 anni. Abbiano almeno la decenza di sapere che il ministro dello sviluppo economico non ha nessun potere per chiudere un giornale e meno male”. Cosi’ Luigi Di Maio,vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, dalla Basilicata. “Quello che io ho semplicemente detto- aggiunge- è che i giornali perdono lettori perché continuano a diramare notizie false. Se qualcuno può smentire il fatto che i giornali continuano a vendere meno copie di anno in anno, lo faccia”.

“CON BERLUSCONI E DE BENEDETTI CONFLITTO INTERESSI PAZZESCO”

“Il sistema mediatico è contro di noi? Questa non è una novità, anche perché c’è un conflitto di interessi nei media che è pazzesco. Da una parte ci sta Berlusconi che è a capo di una forza di opposizione, dall’altra c’è De Benedetti che è la tessera numero uno dell’altra forza di opposizione. Io che vi devo dire se non che comincio a sospettare che ci sia qualche conflitto di interessi nei principali gruppi editoriali italiani che continuamente continuano a sparare contro di noi”.

“E’ IL MOMENTO PER LEGGE SU CONFLITTO INTERESSI”

“Ora è arrivato il momento di fare il conflitto di interessi, cosi’ chi possiede dei giornali non avrà piu’ commistioni con la politica”. Con riferimento a ‘Repubblica’, il leader M5s aggiunge: “Parlano di beffa fiscale. Non è vero, ma sono sicuro che se anche inviassi a ‘Repubblica’ una smentita non la metterebbero mai. Noi siamo qui con le piazze piene, loro continuano a perdere lettori”.

“I GIORNALI CHE CI ATTACCANO CI PORTANO FORTUNA”

“I giornali che ci attaccano ci hanno portato fortuna. Piu’ ci hanno attaccato e piu’ crescevamo. Va benissimo”. Lo dice Luigi Di Maio, vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, in una diretta dalla Basilicata sulla sua pagina Facebook. “Il dovere dei giornali è fare le pulci al governo ma con le verità non con le bugie”.

“SOLO I GIORNALI ITALIANI NON HANNO CAPITO IL REDDITO DI CITTADINANZA”

“Solo i giornali italiani non hanno capito di cosa stiamo parlando e ci attaccano”.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»