Roma, Marino con le ore contate: anche Orfini lo molla

L'avventura di Ignazio Marino a sindaco di Roma sta per scadere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Marino e OrfiniROMA – L’avventura di Ignazio Marino a sindaco di Roma sta per scadere. La vicenda degli scontrini gli costerà cara e stando a quanto apprende l’agenzia DIRE anche il commissario del Pd Roma, Matteo Orfini, grande alleato di Marino, avrebbe perso la pazienza al punto di avere deciso di “dimetterlo”.

Tuttavia il primo cittadino potrebbe anticipare tutti e dimettersi nella giunta convocata per le 12 senza aspettare che sia l’Assemblea a sfiduciarlo. La riunione, inizialmente convocata alle 11, è stata posticipata di un’ora perché “ci sono stati dei problemi”, ha spiegato l’assessore alla Legalità e Trasparenza, Alfonso Sabella. Ufficialmente, l’esecutivo è convocato per parlare di Giubileo e di alcuni interventi sull’illuminazione pubblica.

di Marco Tribuzi  e Mirko Gabriele Narducci

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»