Conte visita il Libano: “L’Italia al vostro fianco, serve rinnovamento anche della governance”

Il premier italiano interviene dopo il bilaterale con il presidente libanese Michel Aoun
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Con la visita a Beirut il governo “conferma la storica amicizia e la vicinanza dell’Italia al Libano” dopo la tragica esplosione del 4 agosto. Il presidente del consiglio Giuseppe Conte in una dichiarazione alla stampa dopo il bilaterale con il presidente libanese Michel Aoun, esprime “il sincero cordoglio del governo italiano e di tutta la comunita’ nazionale italiana a tutto il popolo libanese per un evento che ha scosso” tutto il Paese.

“Il legame tra l’Italia e il Libano si e’ ravvivato ancora di piu’ in questo momento di emergenza. L’Italia e’ stata subito in prima linea e continuera’ ad esserlo per rispondere a questa fase di emergenza e anche a quella ancora piu’ complessa della prima ricostruzione”, dice il premier Giuseppe Conte.

“Siamo intervenuti subito quando e’ esplosa la tragedia con la nostra protezione civile e i nostri aiuti sanitari e umanitari, con un’operazione, denominata “Emergenza cedri”, che ha portato a Beirut un ospedale militare da campo con capacita’ avanzate e anche con posti di terapia intensiva e con il genio abbiamo concorso alla rimozione delle macerie”, ricorda il premier. “Ora e’ il momento di rimboccarsi le maniche e di guardare avanti”.

“L’Italia- aggiunge Conte- ha profondo rispetto delle prerogative sovrane del popolo libanese ma rimarra’ al suo fianco auspicando che si possa formare al piu’ presto un governo che si occupi della ricostruzione e di avviare un programma urgente di riforme per rispondere alle legittime richieste della popolazione”.

“Ricostruire la fiducia dei cittadini tra di loro e nelle istituzioni per scrivere una nuova pagina di coesione nazionale e’ una sfida impegnativa, ma e’ un obiettivo a portata di mano- spiega Conte- se le autorita’ libanesi si impegneranno tutte in un processo di rinnovamento delle istituzioni e della governance, che la societa’ civile e il popolo libanese chiedono da tempo”. Conte conclude: “L’Italia dara’ un forte sostegno alla stabilita’ e alla crescita socio-economica del Libano“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»