A Madrid apre ESMO, esperti a confronto su lotta ai tumori

Attesi oltre 20mila oncologi, ricercatori e scienziati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si apre oggi a Madrid l’annuale congresso della European Society for Medical Oncology (Esmo, 8-12 settembre) e l’attenzione di media e mondo della sanità ancora una volta si concentra sulle nuove strade che può imboccare la battaglia alle neoplasie. La “scommessa” lanciata quest’anno già nel titolo dell’evento Esmo (“Integrating science into oncology for a better patient outcome“) e nel programma dei lavori è quella di integrare al massimo livello le esperienze di ricerca scientifica con quelle di cura e clinica per un migliore risultato finale sul paziente.

E’ una sfida – quella della medicina traslazionale, visione multidisciplinare che punta a trasferire velocemente le nuove conoscenze scientifiche nella scienza biomedica e poi in quella clinica – ritenuta come uno dei traguardi irrinunciabili per i sistemi sanitari perché accorciare la distanza (anche temporale) tra laboratorio e clinica traducendo i risultati della ricerca in beneficio per il paziente è oggi obiettivo primario della comunità internazionale.

Val la pena ricordare che all’ESMO 2017 l’oncologia italiana ha un posizionamento d’eccezione, visto che il presidente degli oncologi europei per il biennio 2016-2017 è Fortunato Ciardiello (Università di Napoli), mentre Alberto Sobrero (oncologo del San Martino di Genova) è co-direttore del comitato scientifico.

Le tematiche centrali per la riflessione oncologica a Madrid saranno due: diminuzione dei tempi di somministrazione della chemioterapie e stato di avanzamento delle sperimentazioni in immunoterapia. Quest’ultimo è il più recente approccio alle neoplasie, un metodo che negli ultimi cinque anni è rapidamente passato dall’essere la “grande promessa”, alla fase dei risultati certi e confortanti, soprattutto nell’ambito melanoma e colon-retto.

All’ESMO di Madrid sono attesi oltre 20mila oncologi, ricercatori, scienziati, esperti di politiche sanitarie, statistici e rappresentanti delle associazioni dei pazienti di tutta Europa. Il Convegno è, insieme all’americano ASCO, il più importante simposio oncologico internazionale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»