Bersani a Renzi: sulla riforma del Senato no a disciplina di partito

"Nessun partito nella storia di Italia ha mai richiamato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

bersani“Nessun partito nella storia di Italia ha mai richiamato alla disciplina davanti alla Costituzione”. Cosi’ Pierluigi Bersani (Pd) ai microfoni Radio Anch’io sulla riforma costituzionale che oggi riprende il suo iter a palazzo Madama in commissione Affari costituzionale.

Certo, aggiunge, “non pretendo di dettare il compito e questa è la mia opinione”, pero’ qui “c’è il libero convincimento di senatori che, davanti a temi costituzionali, non possono essere richiamati a una generica disciplina di partito”.

Ecco perche’ sottolinea Bersani e’ necessario ricercare “una soluzione condivisa rispetto alla quale tutto il Pd prende il suo impegno” e su questo “non servono prove di forza, da nessun lato”. Il nodo resta sempre l’art. 2 e l’elettivita’ dei senatori. Su questo, dice ancora Bersani c’e’ “il libero convincimento di un numero di senatori con i quali bisogna discutere e trovare una soluzione. Non mi risultato tentativi di mediazione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»