Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Day hospital Parini di Aosta diventa reparto Covid

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Alessandro Mano

DIRE – Notiziario Sanità e Politiche sociali) Aosta, 8 ago. – Sono iniziati i lavori di adattamento degli spazi del day hospital multifunzionale dell’ospedale regionale Umberto Parini di Aosta per trasformarlo temporaneamente in un reparto per il ricovero di pazienti positivi al virus Sars-Cov-2. Diventerà il reparto Covid+. I lavori sono fatti secondo un programma che garantirà “la piena sicurezza dei pazienti del day hospital, senza interferire con la normale attività sanitaria del reparto”, ha scritto l’Usl della Valle d’Aosta in una nota.

Il reparto Covid+ occuperà, in caso di attivazione, i locali del day hospital multidisciplinare al pianterreno della zona nord dell’edificio ospedaliero, che sono collegati direttamente, con accesso interno, al nuovo “triangolo”, struttura modulare di terapia intensiva realizzata durante l’inverno per ospitare pazienti positivi al Covid-19. L’attivazione, in caso di necessità, permetterà il ricovero di 16 pazienti positivi “senza gravare sulla normale attività sanitaria delle strutture ospedaliere, minimizzando le interferenze all’operatività dei reparti ed ottimizzando gli interventi già eseguiti in precedenza” assicura l’Usl. I lavori termineranno a settembre; al termine sarà possibile l’eventuale conversione del day hospital multidisciplinare in reparto Covid+.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»