Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tornado e alluvioni in Veneto (negli anni scorsi), arrivano 31 milioni

alluvione
I fondi sono destinati a coprire fino all'80% dei danni subiti dagli immobili 'prima casa di proprietà' e fino al 50% del fabbisogno per le attività produttive
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

luca zaiaVENEZIA – “Finalmente il pressing della Regione Veneto ha fatto breccia e Roma comincia a pagare le spese per la ricostruzione. Dopo la stagione degli ‘zeri’ assoluti, ora cominciamo a vedere la solidarietà del Paese”. Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia accoglie con soddisfazione la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della delibera del Consiglio dei ministri che, sulla base della Legge di stabilità 2016, dà copertura al 50% dei danni causati dagli eventi calamitosi che si sono verificati in Veneto, a partire dalla primavera 2013 sino ad agosto 2015 e che sono stati oggetto di dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Consiglio dei ministri. Danni che il commissario per le calamità in Veneto ha documentato, sulla base della ricognizione effettuata dalle amministrazioni comunali, ammontare -per i soli privati- a 62 milioni di euro.

Tra gli eventi calamitosi oggetto dell’intervento governativo sono ricompresi il tornado che l’8 luglio 2015 ha devastato la Riviera del Brenta causando anche una vittima e le frane del 4 agosto di un anno fa che hanno interessato il Cadore e provocato la morte di tre turisti.

I fondi nazionali sono destinati a coprire fino all’80% dei danni subiti dagli immobili ‘prima casa di proprietà’ e fino al 50% del fabbisogno per le attività produttive. Per quanto riguarda le attività produttive nel corso del corrente esercizio verranno avviate le sole attività amministrative, rinviando gli ulteriori adempimenti al 2017.

ZAIA: IL PRESSING DELLA REGIONE HA COLTO NEL SEGNO

“Siamo soddisfatti per aver ricevuto, dopo tante pressioni, la dovuta attenzione da parte del Governo nazionale nei confronti di questa porzione del paese che, tra nubifragi, tornado e frane, ha subito devastazioni e danni ingenti. L’intesa, che domani firmerò, mette a disposizione un primo pacchetto di risorse per coprire i gravosi oneri della ricostruzione”, afferma ancora Zaia. Dopo tante “promesse, questa è la prima tornata di fondi statali per le grandi emergenze destinata al Veneto, dopo gli aiuti stanziati per l’alluvione del 2010 che ha messo in ginocchio il Veneto centrale. Ma continueremo a premere affinché tutti i danni vengano risarciti, ma soprattutto cambi l’atteggiamento complessivo e la normativa nei confronti delle calamità”, conclude il governatore del Veneto.

LEGGI ANCHE

Tromba d’aria investe il trevigiano, è stato di crisi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»