fbpx

Tg Politico, edizione dell’8 luglio 2020

I titoli e il tg politico parlamentare della Dire.

DOSSIER AUTOSTRADE, SOLUZIONE NEL WEEKEND

Ai Benetton la gestione pro tempore del nuovo ponte Morandi. La decisione della ministra Paola De Micheli riaccende lo scontro dentro il governo. Il Movimento 5 stelle va in pressing sul presidente del Consiglio Giuseppe Conte che annuncia una decisione sulla concessione entro la settimana. Intanto si attende per venerdi’ la sentenza della Consulta. L’opposizione attacca, con Salvini e Toti, in prima linea che accusano i pentastellati di essersi rimangiati le promesse per restare attaccati alle poltrone. Amareggiati i parenti delle vittime del Morandi che pero’ puntano alla revoca ad Aspi. Intanto il centrodestra snobba l’invito del governo per un confronto politico a Palazzo Chigi. Il premier commenta sferzante: fanno come Nanni Moretti in Ecce Bombo.

RIFIUTI DA COVID, IL SISTEMA HA RETTO

Nell’emergenza Covid i rifiuti da mascherine monouso sono stati pari a 100 mila tonnellate, 200 mila per i guanti, mentre complessivamente la produzione di rifiuti ha fatto registrare, a a marzo e aprile, un calo del 10%. E’ quanto emerge dalla relazione su Emergenza epidemiologica COVID-19 e ciclo dei rifiuti, approvata oggi dalla Commissione Ecomafie. Il presidente Stefano Vignaroli sottolinea che il sistema impiantistico ha tenuto e non ci sono stati picchi di contagio tra gli operatori. La Commissione raccomanda di non esagerare nell’uso dei guanti. “Per andare a fare la spesa e’ uno strumento inutile”, dice Vignaroli.

C’E’ CHI DICE NO ALL’ELECTION DAY

Accorpare il 20 settembre il voto delle regionali e il referendum costituzionale “sarebbe un grave errore”. Lo sostiene il Comitato per il No al referendum sul taglio dei parlamentari, che per questa ragione ha presentato un ricorso contro l’election day nelle Corti d’appello di 11 Regioni, comprese le sei in cui si votera’. “In un caso si tratta di un voto politico-amministrativo- spiega l’avvocato Felice Besostri tra i depositari del ricorso- nell’altro di una consultazione a carattere costituzionale”. Nelle sei regioni coinvolte dalle amministrative, inoltre, c’e’ il rischio che la discussione politica oscuri quella sul referendum.

PROTESTANO GUIDE TURISTICHE E GIOVANI PROFESSIONISTI

Guide e accompagnatori turistici in piazza Montecitorio per chiedere alla politica di prevedere piu’ aiuti a un settore messo in ginocchio dall’emergenza Covid. “Nonostante le promesse gli emendamenti presentati al decreto rilancio sono stati bocciati. Adesso bisogna rimediare”, chiedono i lavoratori. In piazza davanti alla Camera dei deputati anche i professionisti under 45. Si sentono abbandonati dalla politica, esclusi da provvedimenti di supporto garantiti ad altre categorie. Di qui l’idea di presentare un “Manifesto delle associazioni dei giovani professionisti” con cinque proposte concrete. Tra queste la riduzione della pressione fiscale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

8 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»