Tg Politico, edizione del 8 luglio 2019

https://www.youtube.com/watch?v=KnSBJhJTv_g&feature=youtu.be CINQUE STELLE E LEGA AI FERRI CORTI SUL TEMA MIGRANTI L'ultimo atto dello scontro tra Lega e Cinque stelle sui migranti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CINQUE STELLE E LEGA AI FERRI CORTI SUL TEMA MIGRANTI

L’ultimo atto dello scontro tra Lega e Cinque stelle sui migranti coinvolge la Difesa e il ruolo della Missione Sophia. “Le navi militari italiane non possono scortare i fuorilegge”, e’ la linea del ministro dell’interno Matteo Salvini in risposta alla titolare della Difesa Elisabetta Trenta. Salvini convoca al Viminale il comitato ordine e sicurezza per escludere che eventuali missioni europee prendano l’Italia come unico punto di approdo. Nella polemica tra i gialloverdi non manca un filo di ironia. Se Manlio Di Stefano lo paragona a un Higuain fuori forma, il titolare del Viminale replica: Omo de panza, omo de sostanza”.

STRETTA DEL VIMINALE SULLE SCORTE

Stretta del Viminale sulle scorte di Stato. La nuova direttiva prevede un taglio di 49 servizi, con un calo di circa il 9% del numero di agenti utilizzati sia per le scorte personali che per le vigilanze fisse. Nella cura dimagrante il numero dei magistrati tutelati non subisce variazioni, i politici scendono invece a 58, gli imprenditori a 32 e i diplomatici a 27. Una curiosita’: lo scrittore Roberto Saviano, minacciato dalla camorra, dovrebbe mantenere la scorta.

MESSA DEL PAPA PER I MIGRANTI: DIO CI CHIEDE DI AMARLI

“Sono gli ultimi, Dio ci chiede di amarli”. Papa Francesco celebra in San Pietro una messa per i migranti a sei anni di distanza dalla visita a Lampedusa. “Sono il simbolo di tutti gli scartati della società globalizzata”, ricorda il Santo Padre nell’omelia, accompagnato dal coro vestito di nero in segno di lutto per i morti in mare. Sono prima di tutto persone, aggiunge, e nessuno si può esimere da questa grande responsabilità.

M5S CAMBIA LINEA SU ISRAELE, DI MAIO IN VISITA

Sembrano lontane le accuse e le tensioni del passato. Il Movimento 5 stelle e Israele adesso dialogano. L’ambasciatore israeliano a Roma, Ofer Sachs, rilancia l’invito al ministro Luigi Di Maio: “Una visita ufficiale in Israele sarebbe importante”. Ora si apre una fase nuova, dicono i deputati pentastellati Paolo Lattanzio e Antonio Zennaro che hanno invitato l’ambasciatore alla Camera per discutere di temi economici: “Il Movimento sta cambiando, basta stereotipi”.

ORLANDO SPRONA MORRA: ANTIMAFIA ESPERIENZA MORTIFICANTE

Una “esperienza mortificante” quella della commissione antimafia. Lo racconta il vicesegretario del Pd Andrea Orlando, in occasione di una iniziativa promossa dalla Cgil sulla legalita’ al Viminale. Sono emerse diverse vicende sul rapporto tra politica e criminalita’ “ma non ne abbiamo mai parlato in Commissione”, dice Orlando che si appella al presidente Morra: “Ha chiesto al ministro dell’Interno di venire in audizione ma non ha mai avuto risposta”.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»