hamburger menu

Dal 30 settembre torna a Faenza il Meeting delle etichette indipendenti

La 25esima edizione dell'evento è in programma dal 30 settembre al 2 ottobre. Una festa lunga tre giorni che sarà dedicata a Ivan Graziani

Mei

ROMA – È la più importante rassegna della musica indipendente italiana e a dimostrarlo è il 25esimo anno di attività che prende il via con diversi appuntamenti estivi e culminerà in una festa lunga 3 giorni, dal 30 settembre al 2 ottobre. Stiamo parlando del MEI – Meeting delle etichette indipendenti che da oggi conferma l’edizione 2022 del festival, dedicata a Ivan Graziani, e che si terrà, ancora una volta, nelle principali piazze della città di Faenza. Ad annunciare i primi ospiti in diretta dalla Sala Gialla del Comune di Faenza, il ‘Patron’ del MEI, Giordano Sangiorgi, insieme al sindaco Massimo Isola e ad altri importanti ospiti, intervenuti per raccontare eventi e appuntamenti. Presenti quest’anno Valerio Lundini, vincitore della ‘Targa MEI’ – premio speciale MEI 25, C’mon Tigre, vincitore del PIMI 2022, il premio al miglior artista indipendente dell’anno assegnato da una giuria coordinata dal giornalista Federico Guglielmi, Ditonellapiaga, vincitrice della Targa Mei – Exitwell al migliore artista dell’anno, Luca Madonia, vincitore della Targa MEI – premio alla carriera e poi Doro Gjat vincitore del premio hip hop mei e iRio, che arrivano al MEI per il premio alla carriera artista regione Reggio Emilia. Ancora tra gli ospiti Pierpaolo Capovilla, Filippo Graziani e Roberta Giallo.

“Il MEI arriva al suo 25esimo anno di attività, confermando il suo ruolo di piattaforma di scouting, legata all’innovazione della nuova musica italiana. Un ruolo del quale oggi c’è ancora più bisogno in un momento in cui il mainstream commerciale sta conquistando ogni spazio di palinsesto mediatico, mentre i brani nati da piccole realtà musicali diverse faticano a trovare spazi nei nuovi modelli di distribuzione digitale, appiattiti su pochissimi generi sempre uguali- spiega Giordano Sangiorgi- Una funzione, quindi, quella di una nuova piattaforma di musica indipendente emergente italiana ancora più importante oggi, dopo aver raggiunto in 25 anni una serie di obiettivi che hanno permesso da subito di sdoganare sul mercato la musica indipendente e di renderla di serie A. Questa rassegna celebra i suoi 25 anni e ha fatto suonare, tra i tanti, i Maneskin nel loro primo concerto ufficiale. Il MEI è motore di un continuo lavoro di ricerca e innovazione non legato a mode e tendenze, ma al sentire vero delle proposte dei giovani emergenti in campo musicale. Il MEI ha così contribuito, con tantissimi nomi importanti che hanno inaugurato la loro carriera sul nostro palco, al rinnovamento del settore musicale italiano tout court, un ruolo ancora più indispensabile oggi che le piccole realtà musicali, già chiuse per circa il 30%, rischiano di essere definitivamente cancellate dal circuito delle multinazionali del digitale, della discografia e del live”.

I CONTEST E I PREMI DEL MEI

L’edizione 2022 vedrà il ritorno al MEI del Palco Giovani, dal quale negli scorsi anni sono emersi tanti giovani artisti, non mancheranno poi i contest: il MEI Superstage per nuovi talenti, il concorso realizzato da Ticket to Ride di Rai Radio Live che premierà il miglior live, il Meeting Music Contest dedicato alla nuova canzone d’autore, l’Onda Rosa Indipendente per la parità di genere e tanti altri contest che porteranno centinaia di giovani alle fasi finali del MEI25 di Faenza. E ancora il festival sarà ‘teatro’ di premiazioni come il ‘Premio dei premi’, ideato da Enrico Deregibus e dal MEI; la Targa dei Musicletter, il premio nazionale per il giornalismo musicale sul web ideato e curato da Luca D’Ambrosio e il PIVI, Premio italiano Videoclip Indipendente a cura di Fabrizio Galassi, che riconoscerà anche quest’anno i migliori videoclip indipendenti dell’anno, dal Ministero della Cultura ritenuti di grande valore culturale e degni di sgravi fiscali in quanto opere culturali.


Apre ufficialmente il festival (il 24 settembre alla Galleria della Molinella di Faenza) la mostra “Crepax a 33 giri”, dedicata a Guido Crepax, il primo copertinista italiano di vinili, e curata dall’Archivio Crepax insieme ai tre figli dell’artista, Antonio, Caterina e Giacomo. Nei tre giorni, inoltre, tra Piazza del Popolo, Piazza delle Erbe, Piazza del Duomo e Piazza della Molinella a Faenza, si terranno la nuova edizione della ‘Fiera Del Disco E Del Vinile E Degli Strumenti Musicali Di Faenza’, sostenuta da Music Day Roma e Cafim per gli strumenti musicali e tanti alti partner, l’esposizione di libri, figurine e fumetti a cura di Interno
4 e Figurine Forever e la nuova mostra del Vintage a cura di Serena Vintage e di Campagna Amica, promossa da Coldiretti a Km. Zero.

GLI OMAGGI

Infine tra gli omaggi in calendario per questa nuova edizione del MEI sono stati annunciati quello a Lucio Dalla, a Pier Paolo Pasolini, a Luigi Tenco e a Franco Battiato.
Il MEI 2022 è realizzato con il contributo di Comune di Faenza, Regione Emilia-Romagna, Emilia Romagna Music Commission, AFI – Associazione Fonografici Italiani, La BCC Ravennate Forlivese e Imolese, ERCultura, Camera di Commercio di Ravenna, SIAE, Nuovo IMAIE, Lazio Sound, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Unione Romagna Faentina, Inoltre collaborano Terapia Artistica Intensiva, Esibirsi, SIEDAS, It-Folk e La Squadra per la Musica.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-08T17:47:55+02:00