hamburger menu

Visita a sorpresa di Antonello Venditti agli studenti del ‘Giulio Cesare’ di Roma

Il cantautore romano agli studenti: "Vi auguro ogni bene e ricordate che gli anni non si comprano!”

venditti

ROMA – Visita a sorpresa di Antonello Venditti agli studenti del ‘Giulio Cesare’ di Roma. Oggi, in occasione dell’ultimo giorno di scuola, il cantautore romano ha voluto portare il suo saluto ai ragazzi e alle ragazze del noto liceo classico della Capitale, lo stesso che lui frequentò. “Eravamo 34 quelli della terza E…”, ha intonato Venditti entrando nell’Aula Magna dell’Istituto, dove una folla di studenti lo ha acclamato tra applausi e cori.

“Eccoli, annamo!- ha detto Venditti rivolgendosi alla giovane platea- è la prima volta che partecipo all’ultimo giorno di scuola al ‘Giulio’, è una sorpresa più per me che per voi, è una ficata! Vi auguro ogni bene e ricordate che gli anni non si comprano!”. Insieme a Venditti, presente anche il direttore generale della Siae, Gaetano Blandini, che rivolgendosi al cantautore ha detto: “Grazie Antonello, sei un pezzo importante della nostra storia”.

A VENDITTI LA LASTRA CON IL DEPOSITO DI ‘NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI’

“Oggi è stata una bellissima giornata: abbiamo festeggiato con questi ragazzi l’ultimo giorno di scuola e abbiamo consegnato ad Antonello Venditti una lastra con il deposito della sua canzone ‘Notte prima degli esami’, un brano certamente iconico per intere generazioni di ragazze e ragazzi che si apprestano a fare la maturità”. Così il direttore generale della SIAE, Gaetano Blandini, ha commentato alla Dire la visita, organizzata oggi dalla Società Italiana Autori ed Editori, del cantautore romano Antonello Venditti al liceo ‘Giulio Cesare’ di Roma.

“Non avevo mai visto Antonello così emozionato- ha proseguito Blandini- si è messo a suonare il pianoforte in Aula magna cantando ‘Notte prima degli esami’ e i 300 ragazzi presenti hanno cantato con lui a cappella. Oltretutto è stato un modo per festeggiare, con un anno di ritardo a causa della pandemia, anche i 50 anni di iscrizione di Venditti alla SIAE“. Blandini ha poi aggiunto che Venditti si è sentito “caricato” grazie alla mattinata anche in vista del concerto che terrà insieme Francesco De Gregori il prossimo 18 giugno allo stadio Olimpico. “La musica, il cinema, il teatro, l’arte e la cultura in generale in un periodo di follie e violenze- ha concluso infine Blandini- diffondono il seme della tolleranza, lo stare insieme e la possibilità di vivere grandi emozioni”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-08T13:17:17+02:00