Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nubifragio a Roma, più di 50 interventi: Piazzale di Ponte Milvio allagato, traffico in tilt

temporale_roma_ponte_milvio
Forti piogge si sono concentrate principalmente nella zona nord di Roma. L'assessore Meleo: "Caduti 70 centimetri di acqua, non era previsto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Caos a Roma per una bomba d’acqua che ha colpito la città, causando l’allagamento di diversi quartieri. Sono stati una cinquantina gli interventi delle pattuglie della Polizia Locale per la messa in sicurezza delle strade e per il ripristino della viabilità cittadina. Gli interventi principali hanno interessato il quadrante nord della Capitale, in particolare zona Cassia, Corso Francia, Ponte Milvio, largo Bratislava. In via Castel Nuovo, causa allagamento, si è resa necessaria l’evacuazione di una scuola materna. Presenti le pattuglie dei caschi bianchi del XV Gruppo Cassia oltre a Vigili del fuoco e Polizia.

LEGGI ANCHE: Roma, il maltempo provoca allagamento di un asilo: 40 bambini soccorsi dai Vigili del fuoco

ALLAGATO PIAZZALE DI PONTE MILVIO

Acqua che esce da un tombino e ribolle in mezzo a Piazzale di Ponte Milvio allagato. È la scena ripresa da uno dei tanti video che iniziano a circolare in rete in questi minuti, nei quali cittadini e automobilisti stanno raccontando gli allagamenti dovuti dal maltempo a Roma. I disagi dovuti alle forti piogge cadute sulla Capitale a partire dalle 12.30 si stanno concentrando principalmente nella zona nord di Roma con ripercussioni al traffico veicolare. 

PALESTRA INONDATA IN ZONA CORTINA D’AMPEZZO

 Tra le richieste di aiuto a Vigili del fuoco e Polizia di Roma Capitale ci sono anche quelle di diverse attività commerciali. Tra queste nella zona di Roma nord, la più colpita dalla ‘bomba d’acqua’, anche una palestra di via Cortina D’Ampezzo in cui l’ingresso in discesa si è trasformato in una vera e propria cascata a causa della pioggia accumulata in strada ed entrata dall’esterno. L’acqua ha invaso le scale, la sala pesi e gli attrezzi da poco tornati a disposizione del pubblico a causa delle restrizioni da Covid.

GUALTIERI: “PULIRE I TOMBINI O SERVE IL MOSE

“Se si continua a non tener puliti i tombini, rischiamo di dover farci prestare il Mose da Venezia”. Così su Facebook il candidato sindaco di Roma del PD, Roberto Gualtieri, che ha pubblicato delle immagini con un tombino che ribollita d’acqua in una strada allagata.

DISABILE BLOCCATO IN AUTO SALVATO DAI CARABINIERI

Un automobilista con disabilità è stato salvato da una pattuglia di Carabinieri del Nucleo Radiomobile, questo pomeriggio, verso le 14.30, a Roma, dopo essere rimasto bloccato nel sottopasso allagato di via Silvio d’Amico con via Gaspare Gozzi. L’uomo a bordo di una Ford Fiesta non si è accorto dell’allagamento ed è rimasto in panne, con l’acqua che cominciava ad entrare nell’abitacolo. L’automobilista ha chiesto aiuto a una pattuglia dei Carabinieri di passaggio che si è fermata e lo ha soccorso, riuscendo ad aprire la portiera. Per il ragazzo disabile, che per fortuna sta bene, solo un grosso spavento.

MELEO: “CADUTI 70 CENTIMETRI D’ACQUA, NON ERA PREVISTO”

“In pochi minuti sono caduti ben 70 cm d’acqua soprattutto nell’area di Roma Nord, tre volte di più rispetto a quanto era stato preventivato dall’allerta meteo diramato domenica scorsa dall’Agenzia regionale della Protezione Civile, che non presentava criticità rilevanti”. Così, su Facebook, l’assessore capitolino ai Lavori Pubblici, Linda Meleo. “È stato un evento di portata eccezionale, una bomba d’acqua che si è abbattuta sull’area nord di Roma. Le squadre del Dipartimento Simu – ha proseguito Meleo – sono ora all’opera a Corso Francia e nella zona di Ponte Milvio per liberare tombini e caditoie ostruiti da un flusso di acqua straordinaria in pochissimi minuti. Per la pulizia dei tombini e delle caditoie programmiamo regolarmente interventi su tutta la città: negli ultimi 2 anni negli anni abbiamo stanziato 2 milioni di euro, 1 milione di euro l’anno. A breve partiranno, anche, due appalti di manutenzione straordinaria per un valore complessivo di circa 5 milioni di euro sia per le strade ad alto transito veicolare sia su quelle la cui manutenzione è di competenza di ogni singolo Municipio. E poi, in ogni tipo di intervento che effettuiamo, sia che si tratti di manutenzione ordinaria che di straordinaria, è prevista ogni volta la pulizia e dove serve il rifacimento di tutto il sistema idraulico delle strade che andiamo a riqualificare”.

MARITO RAGGI: “I TOMBINI SONO PULITI, SI SAREBBE ALLAGATA QUALSIASI CITTÀ”

“Quando capiremo che l’asfalto non è impermeabile e che 80mm caduti in pochissimo tempo provocano allagamenti in qualsiasi città, allora saremo un popolo culturalmente sviluppato”. Così su Facebook Andrea Severini, marito della sindaca di Roma, Virginia Raggi. “Non voglio postare o mettere foto di allagamenti avvenuti nelle altre città pochi giorni fa, non lo faccio perché questa comunicazione ha stancato. Nessuno si salva – ha aggiunto Severini – Prendiamo coscienza del fatto che disboscare, togliere prati, terra ed erba comporta questo tipo di problemi nelle città di tutto il mondo. L’asfalto respinge l’acqua soprattutto quando scende con questa violenza. Stiamo andando verso fenomeni atmosferici sempre più violenti, ne dobbiamo prendere coscienza. E non c’è post denigratorio che tenga, che tanto, anche se ci fosse Mosè alla guida, sempre allagamenti ci sarebbero – ha proseguito il marito della sindaca – In questi anni i lavori di pulizia dei tombini ci sono stati e anche tanti ma evidentemente non bastano, dobbiamo ripensare il nostro vivere nelle città, meno asfalto e più verde intorno”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»