Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La Liguria festeggia la zona bianca: countdown e folla di giovani in piazza

restart_liguria_zona_bianca
Illuminati con marchio 'Restart Liguria' il palazzo della Regione a Genova, il palazzo del Municipio di Imperia, il Priamar di Savona e il Castello di San Giorgio a La Spezia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – Un conto alla rovescia per illuminare il palazzo della Regione, in piazza De Ferrari a Genova, e contemporaneamente il palazzo del Municipio di Imperia, il Priamar di Savona e il Castello di San Giorgio alla Spezia. La Liguria ha festeggiato così la prima serata in zona bianca. Un gioco di luci che è culminato alle 23 in punto con il marchio colorato “Restart Liguria” proiettato sui quattro palazzi liguri e che ha accompagnato i tanti giovani che hanno riempito piazza De Ferrari, nel capoluogo, con tanto di intrattenimento musicale.

“Un celebrazione sobria, ma molto convinta della riacquisizione da parte di tutti noi di un pezzo della nostra libertà- commenta il governatore Giovanni Toti– è giusto che tanti uomini e donne della nostra regione si riapproprino di un pezzo della loro vita. Invito tutti a farlo con grande prudenza e attenzione, perché la libertà riconquistata deve essere trattata ancora meglio della libertà di prima della pandemia: è costata fatica e dolore e molto impegno da parte di tanti cittadini, a cominciare dai nostri sanitari che stasera vanno ricordati”.

Per Toti, però, “è anche una sera che va celebrata perché ci riporta alla vita: questa ripartenza vuol dire soprattutto occupazione, lavoro, possibilità di socialità, vuol dire riaprire le mostre, i teatri e I cinema. Complice una campagna vaccinale che ha fatto la differenza perché, questa volta, riapriamo nella convinzione di non dover richiudere più”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»