fbpx

Tg Lazio, edizione dell’8 giugno 2020

CORONAVIRUS, NEL LAZIO 11 NUOVI CASI: 6 AL SAN RAFFAELE PISANA

Nel Lazio sono 9 i nuovi casi di positivita’ al coronavirus, 5 decessi e 49 i guariti. I numeri odierni sono emersi durante la videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 alla presenza dell’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato il quale ha annunciato che “e’ attualmente in corso l’indagine epidemiologica sul cluster al San Raffaele sulla Pisana a Roma che al momento conta 7 casi confermati”. D’Amato ha quindi aggiunto che al San Raffaele, “sono state inoltre bloccate temporaneamente le accettazioni ed e’ stata inoltre richiesta la lista dei pazienti dimessi o trasferiti nelle ultime due settimane”.

REGIONE LAZIO: DAL 15 GIUGNO VIA LIBERA A CENTRI ESTIVI

Sono state pubblicate dalla Regione Lazio le linee guida per la riapertura dei centri estivi a partire dal 15 giugno. Per l’accoglienza possono essere utilizzati gli spazi per l’infanzia delle scuole ma anche ludoteche, centri per famiglie, oratori o parchi. “La Regione- ha detto l’assessore alle Politiche sociali, Alessandra Troncarelli- considerato un indice di contagiosita’ in progressivo decremento, intende assicurare a loro e alle rispettive famiglie servizi inclusivi di educazione, socialita’ e accoglienza”.

SCONTRI CIRCO MASSIMO, ARRESTATI IN LIBERTÀ IN ATTESA DELL’UDIENZA

Tornano in liberta’ – in attesa del processo fissato il 6 luglio – le due persone arrestate sabato scorso al Circo Massimo di Roma durante gli scontri avvenuti nell’ambito della manifestazione indetta da gruppi ultras e movimenti di estrema destra. Il Tribunale ha disposto il divieto di recarsi a Roma per Andrea Ottavi, 47 anni di Velletri, mentre per l’altro arrestato, Giancarlo Corrado, di 27 anni, non e’ stata disposta alcuna misura. I due, vicini all’universo ultras della Roma e della Lazio, sono accusati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e saranno giudicati con il rito abbreviato. Ottavi si e’ difeso affermando di “avere fatto una cavolata. Non sono legato a gruppi violenti- ha detto- Dopo quel gesto ho chiesto subito scusa alle forze dell’ordine. Non ricordo nulla, ero ubriaco”.

ROMA, GIOVANI AGGREDITI CON CALCI E PUGNI DA BRANCO

Si sono avvicinati con la scusa di una sigaretta e, subito dopo, hanno aggredito e picchiato due ragazzi per derubarli dei loro averi. È avvenuto ieri in un parco a Roma in zona Fidene. A rapinare i due giovani è stato un gruppo di 8 ragazzi, tutti sui 16 anni: rubati un borsello con all’interno 60 euro, chiavi, cellulare, documenti e un apparecchio per il controllo del diabete. Sul posto sono intervenuti i poliziotti del commissariato Vescovio. Le due vittime sono state trasportate dai sanitari del 118 in codice giallo all’ospedale Sandro Pertini. Uno dei due, in particolare, ha riportato diverse contusioni al volto.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

8 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»