Il Teatro Tram di Napoli riparte da “I dieci peccati capitali”

Da domani la Compagnia Under 30, formata da giovani attori nata poco prima del lockdown, pubblicherà su Facebook due episodi a settimana
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – 10 storie, 10 attori, 10 scrittori: il teatro Tram di via Port’Alba a Napoli é pronto al debutto con il progetto ‘I dieci peccati capitali’.
A partire da domani, ogni martedì e venerdì, la nuovissima Compagnia Under 30, formata da giovani attori nata poco prima del lockdown, pubblicherà sulla pagina Facebook del Tram due episodi a settimana in cui si racconterà la società in cui viviamo tra peccati vecchi e nuovi. È noto infatti che i peccati capitali sono sette, ma a questi la compagnia ne aggiunge tre ritenuti quelli che maggiormente contraddistinguono il mondo contemporaneo: consumismo, egotismo e razzismo.
Attraverso un podcast, il cui punto di forza risiede nella capacità di affidare la narrazione esclusivamente al testo e alla voce, saranno raccontate 10 storie dal gusto a volte amaro, altre ironico, nel quadro di una riflessione piena e sincera sulla condizione umana attuale.

Essendo prossimi alla riapertura ufficiale dei teatri prevista il 15 giugno in tutta Italia, “sarà indispensabile il sostegno economico di Stato e Regione per poter programmare la prossima stagione”, dichiara il direttore artistico del Tram Mirko Di Martino. La ripartenza sarà segnata da grandi novità nel mondo dello spettacolo e in particolare il teatro vedrà delle regole ferree accompagnare la ripresa delle rappresentazioni con il pubblico in sala. “I problemi sono tanti – spiega Di Martino – i piccoli teatri devono sostenere costi molto alti per i pochi posti a disposizione”. E così, in attesa di poter ritornare a godere della bellezza del teatro dal vivo, ecco gli appuntamenti de ‘I dieci peccati capitali’ in ordine di pubblicazione con il cast completo: ‘Avarizia’ di Giuseppe Di Gennaro, interpretato da Domenico Vincenzo Tufano; ‘Consumismo’ di Giuseppe Fedele, interpretato da Giuseppe Di Gennaro; ‘Gola’ di Alice De Matteis, interpretato da Germana Di Marino; ‘Egotismo’ di Beatrice Penagini e Gennaro Esposito, interpretato da Marcello; ‘Accidia’ di Vincenzo Coppola, interpretato da Mariano Di Palo; Razzismo’ di Domenico Tufano, interpretato da Giuseppe Fedele; ‘Lussuria’ di Germana Di Marino, interpretato da Alice De Matteis; ‘Ira’ di Mariano Di Palo, interpretato da Vincenzo Coppola; ‘Invidia’ di Marcello Gravina, interpretato da Alessandra Martino; ‘Superbia’ di Alessandra Martino, interpretato da Beatrice Beo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

8 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»