Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

G7, Altan disegna l’ambiente: mostra a Bologna/FOTOGALLERY

La mostra, a ingresso gratuito, resta aperta fino 12 giugno presso la Fondazione Cineteca di Bologna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – In occasione dei 40 anni di attività di uno dei più noti vignettisti italiani e in concomitanza con il G7 Ambiente, il Cobat (Consorzio nazionale raccolta e riciclo) e il Conou (Consorzio nazionale per la gestione, la raccolta e il trattamento degli oli minerali usati) si sono fatti promotori della Mostra ‘Altan disegna l’ambiente’, in programma dall’8 al 12 giugno presso la Fondazione Cineteca di Bologna. E’ questo il contributo che il Cobat e il Conou hanno deciso di offrire al dibattito che si svolgerà a Bologna l’11 e il 12 giugno tra i Ministri dell’Ambiente del G7.

In quella sede il Ministero dell’Ambiente porterà le proposte da condividere con gli altri Paesi avanzati e con la Commissione Europea, in modo che il G7 possa dare il contributo più significativo possibile all’attuazione dell’Agenda di Parigi sui cambiamenti climatici e all’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile. Disegnatore colto ed eclettico, negli anni Francesco Tullio Altan si è occupato più volte di inquinamento, difesa dell’ambiente, effetto serra e scorie nucleari: in occasione della Mostra i visitatori potranno ammirare 24 “storiche” vignette, più una, inedita, realizzata appositamente per l’occasione in tiratura limitata, che il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti donerà agli omologhi dei Paesi partecipanti al G7. L’evento, a ingresso gratuito, è patrocinato da: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, G7 2017 Italia, G7 Ambiente, Regione Emilia Romagna, Città metropolitana di Bologna, Comune di Bologna e Università Alma Mater di Bologna.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»