Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Parte a Bologna la quarta edizione del “Montagnola music club, jazz nel parco”. 30 concerti fino al 5 settembre

[caption id="attachment_10688" align="alignleft" width="300"]
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
La precedente edizione del Montagnola music club, jazz nel parco
La precedente edizione del Montagnola music club, jazz nel parco

Jazz italiano e internazionale nella cornice dell'”isola verde della città”. Per un mese in più del solito (quest’anno anche ad agosto) sarà il protagonista assoluto della quarta edizione del “Montagnola music club, jazz nel parco”, la rassegna estiva organizzata dal Gruppo Montagnola e l’associazione Nu Flava. Il cartellone di eventi, che si aprirà mercoledì e durerà fino al 5 settembre, fa parte del progetto di riqualificazione del parco, portato avanti dal 2010 da Arci Bologna e Antoniano onlus, come spiega il suo direttore frate Alessandro Caspoli. “L’obiettivo- dice in conferenza stampa- è rendere il parco fruibile a tutta la famiglia, con attività diversificate”.

Sono 30 i concerti gratuiti previsti, spalmati su tutta l’estate ma più concentrati a luglio, mese dedicato ai jazzisti americani. “Suoneranno tanti nomi statunitensi del calibro di David Hazeltine- spiega Pietro Odorici, musicista e direttore artistico del festival- che verrano in Europa a suonare e faranno tappa alla Montagnola”. E l’associazione Nu flava approfitterà della presenza degli artisti per organizzare seminari per giovani musicisti: “è uno sforzo di apertura verso nuovi pubblici, ci saranno tre workshop con alcuni dei jazzisti americani, un modo per divulgare questa musica il più possibile”.

Ma il programma estivo del parco non prevede soltanto i concerti serali: le attività si aprono la mattina alle 7.30, con l’Estate baby della Montagnola, il campo estivo per bambini organizzato dall’Arci e dall’Antoniano. “Il tema centrale quest’anno sarà la riscoperta delle aree verdi”, spiega il presidente di Arci Bologna, Stefano Brugnara. A detta degli organizzatori i riscontri sono buoni: tanti i bambini che negli anni sono tornati a giocare in un’area della città che era stata abbandonata.

“Nell’immaginario collettivo- continua Brugnara- la Montagnola non godeva di buona fama, ora invece i genitori ci portano i loro figli per tutta l’estate”. Giornata conclusiva del campus, in programma da oggi fino all’8 settembre, sarà domenica 6 settembre con la festa della decima edizione della “Città dello Zecchino d’oro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»