Migranti, nuove vittime al largo della Libia. Oim Italia: “113 dispersi, 7 in salvo”

ROMA – Ci sono nuove vittime tra i migranti. Un’altra tragedia si è verificata ieri al largo della Libia, secondo quanto rende noto il portavoce dell’Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim) in Italia, Flavio Di Giacomo. “Sto cercando di avere ancora più dettagli- dice Di Giacomo- ma da Oim Libia ci fanno sapere di un’ennesima tragedia a largo della Libia“: ci sarebbero 113 dispersi e 7 persone tratte in salvo dalla Guardia costiera libica.

“Al momento abbiamo ancora poche notizie dettagliate- spiega ancora il portavoce- siamo in costante aggiornamento. Dalle notizie in nostro possesso, una delle persone tratte in salvo parla di 113 dispersi”. Il naufragio si sarebbe verificato ieri: secondo le testimonianze dei sopravvissuti, sul gommone viaggiavano 120 persone. Sempre stando a quanto raccontato dai superstiti, gli scafisti (che viaggiavano su un gommone parallelo a quello dei migranti) a un certo punto si sarebbero avvicinati, avrebbero tolto il motore al gommone dei rifugiati e poi se ne sarebbero andati.

8 Maggio 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»