Ex ilva, Usb indice sciopero a oltranza: clima di terrore in fabbrica

Inizierà alle sette del mattino del prossimo 14 aprile e coinciderà con il presidio degli operai dinanzi ai cancelli della direzione dello stabilimento siderurgico di Taranto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 BARI – Uno sciopero a oltranza che inizierà alle sette del mattino del prossimo 14 aprile e coinciderà con il presidio degli operai dinanzi ai cancelli della direzione dello stabilimento siderurgico di Taranto. A indire la mobilitazione è il sindacato Usb dopo il licenziamento dell’operaio che nei giorni scorsi aveva condiviso sul proprio profilo social un post che invitava a vedere la fiction di Canale 5, “Svegliati Amore Mio” che racconta della lotta di una madre per salvare la figlia malata di leucemia a causa delle emissioni inquinanti di una fabbrica chiamata nel film “Ghisal”.

LEGGI ANCHE: Ex ilva, operaio licenziato dopo invito a vedere fiction di Canale 5

Il post, per l’azienda, ha leso l’immagine dello stabilimento e dei suoi dirigenti. Il sindacato ha indetto la manifestazione perché continua a denunciare lo stato “fatiscente degli impianti”, il “clima di terrore nella fabbrica”, il “ricorso massiccio e unilaterale alla cassa integrazione” e “l’assunzione di manager in pensione a fronte di oltre 4mila lavoratori condannati a vivere in cassa integrazione a poche centinaia di euro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»