Primo giorno per il neodirettore Zuchtriegel alla guida degli scavi di Pompei

La sua nomina è stata infatti controfirmata ieri dal ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta: ufficiale il passaggio di testimone con Massimo Osanna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Primo giorno ufficiale a Pompei per il neo direttore generale del parco archeologico Gabriel Zuchtriegel, nominato il 20 febbraio scorso dal ministro della Cultura Dario Franceschini, in successione a Massimo Osanna. La sua nomina è stata infatti controfirmata ieri dal ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta. Il nuovo direttore è stato scelto tra i 44 candidati, di cui dieci di origine straniera, che si sono sottoposti al vaglio della commissione presieduta da Marta Cartabia, presidente emerita della Corte costituzionale e attuale ministra della Giustizia. Al termine della selezione, conclusa con i colloqui dei dieci candidati della short list, tenutisi il 10 e 11 febbraio, la commissione ha individuato la terna dei candidati sottoposta al ministro, tra i quali è stato nominato il nuovo direttore che ha preso oggi servizio.

LEGGI ANCHE: Pompei, Gabriel Zuchtriegel è il nuovo direttore del parco archeologico

Gabriel Zuchtriegel, nato nel 1981 a Weingarten, in Germania, ha studiato archeologia classica, preistoria e filologia greca a Berlino, Roma e Bonn, dove nel 2010 ha concluso un dottorato di ricerca sul sito laziale di Gabii nei pressi di Roma. È stato borsista dell’Istituto archeologico germanico e della fondazione Alexander von Humboldt, che nel 2012 l’ha portato all’università della Basilicata (Matera) per un progetto di ricerca triennale sulla colonizzazione greca lungo la costa Ionica. Ha insegnato negli atenei di Bonn, Matera, Federico II di Napoli. Da novembre 2015 ha diretto il Parco archeologico di Paestum, al quale nel 2020 si è aggiunto il sito di Velia. Dal 2020 Zuchtriegel è cittadino italiano.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»