Ristoratori, partite iva e giostrai in piazza a Cagliari

protesta ristoratori ambulanti cagliari redux2
Un centinaio di lavoratori si sono radunati in piazza Garibaldi per urlare la propria disperazione e chiedere l'apertura delle attività
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – Ristoratori, partite Iva, baristi, camerieri e giostrai. Ma anche pensionati e persone che non hanno perso il posto di lavoro, che hanno voluto esprimere solidarietà a chi invece è in ginocchio per la pandemia. Un centinaio persone si sono date appuntamento questa mattina in piazza Garibaldi a Cagliari, una manifestazione spontanea e assolutamente pacifica, organizzata con un tam tam su Facebook, per urlare alla politica la disperazione di chi da mesi arranca a causa delle chiusure decise per contenere l’avanzata del virus. E per chiedere l’apertura immediata delle attività.

“Non è possibile continuare così- urla al megafono Fabio Macciò, uno degli organizzatori dell’evento-. Stiamo morendo di fame, stanno iniziando i pignoramenti, dobbiamo pagare bollette e mutui. Non esiste essere costretti, a cinquant’anni, a chiedere i soldi ai propri genitori per fare la spesa, non è dignitoso. Riaprire in sicurezza è possibile, e bisogna farlo subito. Non diciamo che il virus non esiste, ma con il terrore continuo non si va avanti”.

LEGGI ANCHE: Covid, test d’ingresso e stop seconde case: la Sardegna resta blindata

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»