VIDEO | Coronavirus e ritorno a scuola: “Sarà molto positivo, ma dovremo accompagnarli e accoglierli”

A quarantena finita, spiega il direttore dell'Istituto di Ortofonologia (IdO), le famiglie dovranno ricalibrare i rapporti fin qui abbracciati
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Gli adolescenti del Centro-Sud stanno vivendo l’ansia e l’insicurezza, quelli del Nord l’angoscia, ma per tutti loro il ritorno a scuola sarà estremamente positivo”. A dirlo è Federico Bianchi di Castelbianco, direttore dell’Istituto di Ortofonologia (IdO) e psicoterapeuta dell’età evolutiva.

SCUOLA NON PIÙ A DISTANZA

“La didattica a distanza ha permesso di mantenere viva la relazione tra lo studente e la scuola, tra lo studente e i docenti e anche tra i coetanei. Quando torneranno a scuola – spiega Castelbianco – non ci saranno banchi o cattedre vuote per lutto, quindi tutto ricomincerà dove si era fermato. La loro resilienza e capacità di risposta li permetterà di stare bene quando rientreranno a scuola“.

Sicuramente, precisa lo psicoterapeuta, “bisognerà saperli accompagnare ed accogliere, ma non sarà un affrontare un lutto o un dolore, bensì bisognerà gestire il modo di rimetterli in marcia“.

I RAPPORTI NEL POST COVID

Il tema del ritorno alla ‘normalità’ investe invece la famiglia, secondo il terapeuta. “Questi due/tre mesi di isolamento non faciliteranno i rapporti familiari. Quando i ragazzi saranno liberi – continua Castelbianco – può darsi che dentro di sé porteranno i segni delle fratture, incomprensioni e difficoltà che adesso sono all’ordine del giorno dentro casa. I ragazzi non andranno, quindi, tanto aiutati per come tornare a scuola, ma per come mantenere un buon rapporto con la famiglia. Alla fine sarà stato un periodo di dura prova e non sappiamo come ne usciranno – conclude – bisognerà aiutare loro e i genitori, che per primi non stanno vivendo bene questa situazione”.

L’IDO AL FIANCO DELLE FAMIGLIE

L’équipe multidisciplinare dell’IdO offre in questo periodo di emergenza delle consulenze gratuite e mette a disposizione numerosi video tutorial per le famiglie di bambini e ragazzi affetti da disturbi globali e specifici dello sviluppo, disagio scolastico e psicologico attraverso gli sportelli ‘Ido con voi’ (sul sito www.ortofonologia.it, realizzato in collaborazione con la Società italiana di pediatria) e ’30 psicologi in ascolto’ nell’ambito del progetto ‘Lontani ma vicini’ (sul sito www.diregiovani.it). Quest’ultimo rivolto anche agli insegnanti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

8 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»