Coronavirus, Gallera: “L’ospedale di Alzano è stato sanificato il 23 febbraio”

"Gli ospedali devono restare aperti per accogliere i malati", dice l'assessore Giulio Gallera sul caso di Alzano lombardo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il 22 febbraio è stato fatto il tampone, il risultato è arrivato il 23 e immediatamente il pronto soccorso è stato chiuso e sanificato, poi riaperto su indicazione della Regione Lombardia, perché gli ospedali devono restare aperti per accogliere i malati”. Così Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia ospite su Radio 24, fornisce la sua ricostruzione delle procedure adottate dalla giunta regionale relativamente al pronto soccorso di Alzano Lombardo.

“Contestualmente sono stati fatti i tamponi a tutto il personale e ai malati che avevano polmoniti interstiziale- spiega- e i contagi sono stati subito mappati”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Galli: “Pochi tamponi? Non c’era potenziale per farne di più e non c’è neanche ora. Ripresa così sara difficile”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»