Coronavirus, a Wuhan riprendono i trasporti: partono subito in 65mila

E' partito cinquanta minuti dopo la mezzanotte il primo treno che, da Wuhan, ha permesso agli abitanti di lasciare la citta' cinese
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – E’ partito cinquanta minuti dopo la mezzanotte il primo treno che, da Wuhan, ha permesso agli abitanti di lasciare la citta’ cinese dopo 76 giorni di chiusura totale. Le autorita’, dopo aver registrato zero contagi e zero decessi per Covid-19, ieri hanno deciso di sospendere le misure che hanno isolato per oltre due mesi la citta’-focolaio del nuovo ceppo di coronavirus. Non appena e’ scattato il nuovo giorno, centinaia di persone si sono recate alle stazioni dei treni e agli aeroporti e ora si calcola che almeno 65mila persone siano partite. Nonostante la decisione di riaprire alla liberta’ di movimento, che fa sperare un progressivo ritorno alla normalita’, le autorita’ restano caute. Solo pochi giorni fa si sono registrati in 24 ore oltre 30 nuovi contagi. Il timore di una “epidemia di ritorno”, pertanto, in Cina e’ concreto.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Xi Jinping torna a Wuhan e visita gli ospedali

Coronavirus, morto il primario dell’ospedale di Wuhan

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

8 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»