Giappone, il ‘Joker giapponese’ Kawai candidato a governatore di Chiba

Secondo gli osservatori, l'impossibilità di svolgere una campagna elettorale tradizionale rischia di favorire nella corsa alla guida del governo locale anche personaggi improbabili e outsider della politica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TOKYO – In vista delle prossime elezioni per il rinnovo della carica di governatore della prefettura di Chiba, importante area industriale limitrofa alla capitale Tokyo, il governatore in carica Kensaku Morita ha annunciato il proprio ritiro, aprendo di fatto la strada agli otto candidati attualmente in corsa alla successione.
Tra i candidati alla guida della massima amministrazione locale, che si terranno il prossimo 21 marzo, lo stesso giorno in cui è previsto il termine dello stato di emergenza che interessa la prefettura, è emerso all’attenzione dei media e del pubblico Yusuke Kawai, proprietario di un’agenzia di eventi e lavoro interinale, che si è presentato nelle occasioni pubbliche finora avute travestito da clown, molto simile al personaggio Joker della saga di Batman.

Nella conferenza stampa di presentazione, Kawai ha presentato la propria lista ‘Per una Chiba terra di sogni e di magia’, che andrà a competere, tra gli altri, con Masayuki Hiratsuka, dalle posizioni fortemente negazioniste e anti-maschere riassunte dal suo movimento People’s Sovereignty Party, che in più occasioni ha definito il CoViD-19 “un raffreddore” e i vaccini “un pericolo per i cittadini”.

La mancanza di personaggi di spicco nella corsa elettorale, unita alla impossibilità di svolgere una campagna elettorale tradizionale, a contatto diretto con i cittadini a causa dello stato di emergenza, secondo gli osservatori rischia di favorire nella corsa alla guida del governo locale anche personaggi improbabili e outsider della politica come ad esempio Kawai e Hiratsuka, che sui social sembrano godere di grande popolarità.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»