Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | 8 marzo, artiste e filmaker per Non Una di Meno

Il progetto ha coinvolto oltre 30 attrici, tra le quali Paola Lavini, Agnese Nano e Daphne Scoccia, grazie alla piattaforma social delle Mujeres nel Cinema.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si chiama ‘Una giornata tutta per se’‘, il contributo video di artiste e filmaker per Non Una di Meno per l’8 marzo, Giornata internazionale della Donna. Il progetto ha coinvolto oltre 30 attrici, tra le quali Paola Lavini, Agnese Nano e Daphne Scoccia, grazie alla piattaforma social delle Mujeres nel Cinema.
Quando ero bambina mi dicevano di sorridere sempre, ‘perche’ sei bella solo quando sorridi‘”; A lavoro devi essere sempre in ordine, elegante, ma non rigida, non devi sembrare frigida”; “Ricordati che le donne non possono fare lavori da uomo“, “Valorizza la tua femminilita’, non sei un maschiaccio, e non piangere mai. Devi essere sempre forte, ma in silenzio”. Queste alcune delle frasi pronunciate da una voce fuori campo che accompagna scene di donne al lavoro, interrotte da una serie di domande: “E se per un giorno mi fermassi? Se prendessi un momento, una giornata, una vita per me? E se tutti i giorni fossero l’8 marzo?” “La marea dello sciopero femminista e transfemminista cresce in tutto il mondo ma in Italia (e non solo) ci avviciniamo all’8 e 9 marzo nel contesto emergenziale legato alla diffusione del Covid-19- scrivono le attiviste in una nota- Sappiamo che il costo dell’emergenza ricade soprattutto su donne e lavoratrici.
Prendiamo molto seriamente l’invito alla responsabilita’ collettiva e proprio l’emergenza ha reso evidente la ‘normalita” delle condizioni sociali ed economiche contro cui si scontrano ogni giorno le persone in Italia e le donne in particolare, alle quali e’ delegato per la maggior parte, il lavoro domestico e di cura, penalizzate anche le lavoratrici del mondo dell’arte, del cinema e dello spettacolo. Nonostante l’impossibilita’ di astensione dal lavoro salariato, non rinunceremo a sperimentare altre pratiche e linguaggi, con tutta la fantasia e la moltiplicazione di cui siamo capaci, in comunicazione transnazionale con ogni lotta femminista. Perche’ l’8 e il 9 marzo e ogni giorno in tutto il mondo, ci vogliamo vive e libere“.
Continua la nota: “In connessione con Non Una di Meno, in Italia ha preso vita un progetto artistico a zero budget, un contributo per rappresentare con il mezzo cinematografico dei brevi ritratti di donne in vista dell’8 marzo, che decidono di prendersi ‘una giornata tutta per loro’, oltre la routine e la precarieta’ lavorativa ed esistenziale. Grazie alla piattaforma social delle Mujeres nel Cinema dove erano iscritte, si e’ formata una troupe di donne: la regista Giulia Di Battista; la direttrice della fotografia Francesca Zonars; la compositrice Silvia Leonetti; la scenografa Noemi Cacopardo; la montatrice Valeria Tudisco, l’aiuto regia Giorgia Filanti e Greta Cerfeda, assistente alla fotografia Giulia Novelli, insieme al comparto produzione (Viola Brancatella, Sara Di Bella, Giorgia Filanti, Ambra Lancia, Viviana Picarello, Elena Tenga); sceneggiatura (Ambra Lancia, Antonella Marsili). Numerose le altre professioniste che hanno prestato il loro lavoro come: tecnica del suono (Alessandra Di Battista); segretaria di edizione (Elena Tenga); truccatrice (Shirley Miranda); casting; aiuto costumi (Elena Trapasso), fotografe backstage (Maria Estrella Negrini, Ilaria Turini). Nella troupe di regia, anche Gonçalo Viana”.
E ancora: “Nel cast, oltre a Paola Lavini, Agnese Nano e Daphne Scoccia, anche Margherita Dongu, Ilde Mauri, Lia Carfora, Giulia Oriani. E con: Viviana Picariello, Federico Mariotti, Romina Bufano, Davide Lo Grieco, Simone Fusai, Gabriel Passaro, Stefano Starna, Letizia Giannoccaro, Tiziana Profumi, Tomas Mancini, Veronica Maria Genovese, Federica Corti, Sara Allegrucci, Anna Piscopo, Valentina Gemelli, Graziana Allegra, Gloria Luce Chinellato, Ida Alessandra Vinella, Dajana Lipe, Chiara Pavoni, Martina Colaprico, Valeria Cavaliere, Paola Pieravanti, Valentina D’Amico, Valeria Mafera, Martina Ricci, Ilaria Ricci, Carlotta Galmarini, Giuseppe Oriani. Dalla piattaforma che ogni giorno raccoglie tantissime testimonianze di storie, racconti e biografie di donne che lavorano in un settore prevalentemente maschile e precario, come il Cinema, e’ nata la connessione: dal social al set. Un contributo artistico in vista dell’8 marzo, una giornata simbolica raccontata non solo come una festa delle donne, ma una giornata di mobilitazione globale. Tra le location del video- concludono le attiviste- l’agenzia di stampa Dire, con le scene di Agnese Nano, e la Casa delle Donne ‘Lucha y Siesta’ – la cui asta e’ prevista per il prossimo 7 aprile – che le oltre 30 artiste hanno voluto attraversare e animare per manifestare il loro appoggio ad un luogo fondamentale per le donne che rischia di essere cancellato”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»