8 marzo, in Sardegna consigliere si vestono di nero contro violenza donne

La seduta del Consiglio regionale si è aperta ricordando alcuni dati da cui emerge la discriminazione di cui sono vittime le donne sul lavoro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – La giornata delle donna in Consiglio regionale è stata celebrata con un breve incontro tra le quattro consigliere regionali e il personale del palazzo. Anna Maria Busia (Cd), Daniela Forma e Rossella Pinna (Pd) e Alessandra Zedda (Fi), vestite in nero, hanno ricordato le 116 donne uccise nei primi 10 mesi del 2016 e, soprattutto, l’ultima vittima, Federica di Iglesias, ferita a morte dal marito pochi giorni fa.

In apertura dei lavori in Aula per il giuramento dei nuovi assessori, Busia ha elencato qualche numero sulla discriminazione in Italia contro le donne: “La retribuzione delle donne nel privato è il 19,6% in meno rispetto a quella degli uomini, nel pubblico è inferiore del 3,7%. Solo il 53% delle donne afferma che il proprio lavoro offre prospettive di carriera, nel Sud scende al 22%, il più basso d’Europa. Dobbiamo riflettere su questi dati”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»