“Siete maschi”, giornalisti cacciati dalla Camminata femminista

BOLOGNA -  Si è aperta su una nota decisamente fuori tono la "Camminata femminista" promossa a Bologna, nella
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA –  Si è aperta su una nota decisamente fuori tono la “Camminata femminista” promossa a Bologna, nella zona della Bolognina dalla Casa delle donne. Le circa 30 manifestanti, prima ancora di partire e mentre stavano consumando un rinfresco sotto il portico che costeggia piazza dell’Unità, hanno infatti allontanato, in quanto uomini, i due giornalisti che si trovano lì per raccontare il corteo. A nulla è servito spiegare che lo scopo della presenza alla manifestazione era semplicemente quello di raccontarla. Le organizzatrici sono state inflessibili. “Siete uomini e la vostra presenza qui non è gradita, perché questa è una manifestazione riservata alle donne”, è stata la loro risposta alle obiezioni sollevate dai due cronisti. “Ancora? è la quarta volta che te lo dico, ti allontani per favore? Te lo spacco per terra quel telefono”, ha detto una delle manifestanti al giornalista che stava facendo una ripresa col cellulare.

Di Andrea Mari, giornalista professionista

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»