Alfano: “Reati contro le donne in calo. Ma non abbassare la guardia”

"Dobbiamo parlarne sempre, perché le donne non si sentano mai sole"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

angelino alfanoROMA – “Tutti i reati con vittime di sesso femminile sono in diminuzione: omicidi in ambito familiare (-0,88), lesioni (- 11,97), percosse (-9,82), minacce (- 13,29), violenze sessuali (-17,87), maltrattamenti in famiglia (- 16,62), atti persecutori(- 25,66). Ma non dobbiamo abbassare la guardia, dobbiamo parlarne sempre, perché le donne non si sentano mai sole”. Lo dice Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano.

Le leggi sullo stalking e sulla violenza di genere, da me fortemente volute- spiega il ministro-, stanno funzionando e hanno consentito a tantissime donne di allontanare da casa i propri mariti o compagni perché, con lo Stato a fianco, hanno avuto il coraggio di bucare il muro del silenzio costruito dalla sopraffazione maschile. Il nostro obiettivo è quello di continuare su questa strada nella convinzione che la ricetta per combattere la violenza di genere risiede nella prevenzione dei reati, nella protezione delle vittime e dei testimoni e nella punizione dei colpevoli”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»