8 marzo, consigliera della Lega va in aula col burqa

GENOVA - Un modo non convenzionale per ricordare la festa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

burqa_liguria2GENOVA – Un modo non convenzionale per ricordare la festa della donna. Questa mattina la consigliera regionale della Lega Nord, Stefania Pucciarelli, si è presentata in aula con il burqa, il tradizionale velo islamico che copre anche gli occhi. “Ho voluto mettere in atto questa iniziativa- spiega- per dare voce alle donne invisibili che si trovano sul nostro territorio ma sono invisibili e sono vittime di violenza da parte dei loro mariti”. Il presidente del consiglio, Francesco Bruzzone, sottolineando che l’abito indossato dalla consigliera “non è consono ai lavori dell’assemblea” non ha iniziato ufficialmente la seduta finché Pucciarelli non ha abbandonato l’aula.

burqa_liguriaSecca la replica della capogruppo Pd, Raffaella Paita: “La Lega Nord continua a scambiare l’aula del Consiglio regionale ligure per un teatro di avanspettacolo”. La consigliera dem definisce quella della collega leghista “una scelta di pessimo gusto nel giorno della festa della donna, che dimostra un tasso di imbarbarimento istituzionale non più tollerabile. Siamo stufi di questi esponenti della Lega che insultano chi non la pensa come loro, visto che abbiamo ancora nelle orecchie gli insulti e le frasi choc pronunciate da De Paoli solo poche settimane fa sugli omosessuali. Un amministratore e un’amministratrice dovrebbero sempre mantenere un profilo istituzionale. Ma capisco che quando manca il rispetto degli altri anche un gesto così semplice possa apparire difficile da mettere in atto”.

di Simone D’Ambrosio, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»