Pubblica Amministrazione. Pantonin: “Friuli V. G. protagonista per progetto ‘Spid'”

TRIESTE - E' stato presentato oggi a Roma il sistema
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Paolo-Panontin-FVGTRIESTE – E’ stato presentato oggi a Roma il sistema di identità digitale SPID, ovvero il “pin unico” tramite il quale accedere ai servizi della pubblica amministrazione, in una conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo Vidoni, sede del ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, dal ministro Marianna Madia, dal Direttore dell’Agenzia per l’Italia digitale Antonio Samaritani, presente l’assessore regionale del Friuli Venezia Giulia delegato ai Sistemi informativi Paolo Panontin, coordinatore della Commissione speciale Agenda digitale.
SPID si pone l’obiettivo di fornire via web, senza fare code, oltre 300 servizi della pubblica amministrazione (ma anche servizi privati come quelli bancari) attraverso una username e una password unica che va a sostituire i diversi codici e relative password che gli utenti già hanno.
   Prestazioni sanitarie, pagamenti di tributi, rapporti con Inps, Inail o Agenzia delle Entrate sono alcuni dei servizi che i cittadini potranno utilizzare con un’unica identità digitale.
Anche alcuni servizi locali (tributi, mense scolastiche e ticket sanitari) saranno disponibili online tramite Spid in quelle regioni, come il Friuli Venezia Giulia, che per prime si sono attrezzare per fornire questa importante opportunità ai propri cittadini, assieme a Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Marche e Toscana e ad alcuni Comuni.
 “La nostra regione si conferma tra quelle più avanzate e attente allo sviluppo dell’offerta digitale nei rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione” ha commentato Panontin. “Abbiamo collaborato fattivamente alla realizzazione di SPID che rappresenta un elemento di forte innovazione e di semplificazione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»