Dal Fertility Day allo Sportello rosa, ecco le iniziative del Ministero della Salute per le donne

Si parte parte il 22 aprile con la 'Giornata nazionale per la salute della donna'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ministero della Salute

ROMA-  Oggi, in occasione della Festa della Donna, il ministero della Salute ha presentato tutte le iniziative rosa messe in campo per la salute delle donne ma anche quelle che sono in agenda per il prossimo futuro. Si parte parte il 22 aprile con la ‘Giornata nazionale per la salute della donna’. In occasione della Giornata, si terranno iniziative su due giorni: il 21 aprile si terrà un evento che sarà un excursus sulla salute e sulle problematiche legate alle diverse età della donna, dalla giovinezza alla maturità, ‘raccontate’ da testimonial famosi attraverso monologhi tematici e da esperti e luminari dal punto di vista scientifico.

Il 22 aprile, invece, ci sarà un convegno con sessioni di lavoro con associazioni, società scientifiche, volontariato sanitario ed esperti. Sempre il 22 aprile, sul sito del ministero, sarà attivato lo ‘Sportello Donna’, dove professionisti pubblici delle diverse branche della medicina (ginecologi, pediatri, endocrinologi, cardiologi, specialisti in medicina riproduttiva, etc) daranno risposte ai quesiti più importanti posti dalle donne e acquisiranno informazioni sulla loro salute. Sarà poi realizzato un ‘Quaderno della Salute’ monotematico sulla medicina di genere, coordinato dal presidente dell’Istituto Superiore di Sanità. Saranno quindi realizzate sul territorio, in collaborazione con società scientifiche e associazioni di settore, iniziative di promozione della salute e prevenzione. Sarà anche realizzato un calendario interattivo sulla salute della donna, che ricorderà tutte le iniziative di prevenzione da adottare nelle diverse fasi della vita della donna.

donne_ministero

Il prossimo 22 settembre, inoltre, è stato istituito il ‘Fertility day’ che rappresenta un’occasione per richiamare l’attenzione di tutta l’opinione pubblica sul tema. Può diventare una proposta d’incontro sul tema della fertilità con i giovani, gli insegnanti, le famiglie, i medici, coinvolgendo proprio questi ultimi in una serie di iniziative a partire dagli stessi studi medici. Si tratta di mettere a fuoco il pericolo della denatalità, la bellezza della maternità e paternità, il rischio delle malattie che impediscono di diventare genitori, l’aiuto della medicina per le donne e per gli uomini che non riescono ad avere bambini prima che sia troppo tardi. Una grande manifestazione nazionale, dunque, con successiva cadenza annuale, in tutte le città che aderiranno e con il coinvolgimento dei sindaci dei comuni, degli Ordini dei Medici, delle società scientifiche, delle farmacie, delle scuole e delle famiglie.

Ma il ministero della Salute non ha parlato solo del futuro, ha ricordato anche le iniziative messe in campo per le donne in questi ultimi anni. Dal bonus bebè a sostegno della natalità al codice rosa nei pronto soccorso; dalla definizione del primo piano nazionale per la fertilità alle campagne di comunicazione sull’allattamento al seno; dalla proposta di un registro nazionale per l’endometriosi ai contributi per la redazione del piano d’azione straordinario per il contrasto alla violenza di genere. E ancora: l’aggiornamento delle linee guida della procreazione medicalmente assistita al rinnovo del comitato percorso nascita nazionale; dalla garanzia dell’epidurale per tutte le donne all’istituzione di un tavolo tecnico con le regioni per approfondire il tema dell’interruzione volontaria di gravidanza e dell’obiezione di coscienza.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»