Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Siparietto Nardella-La Russa sulle note di Bandiera rossa

ROMA - 'Patto' di Sanremo, altro che Nazareno. Metti insieme un sindaco (bravissimo) musicista, un politico di lungo corso dotato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – ‘Patto’ di Sanremo, altro che Nazareno. Metti insieme un sindaco (bravissimo) musicista, un politico di lungo corso dotato di grande ironia, una canzone storica che identifica una parte politica e il gioco è fatto. Tutta ‘colpa’ della musica. Teatro dell’improvvisa sintonia tra un rappresentante del centrosinistra, il sindaco di Firenze Dario Nardella, violinista da lasciare a bocca aperta, e uno del centrodestra, Ignazio La Russa, vicepresidente del Senato e senatore di Fratelli d’Italia, sono gli studi di Radio Rai di via Asiago, dove si è tenuta la terza edizione del ‘Sanremo da Pecora’.

Sul palco tanti politici di tutti gli schieramenti che hanno accettato di mettersi in gioco, interpretando canzoni del passato più o meno recente. Uno di questi, Nardella, è salito sul palco però per accompagnare l’orchestra con il suo violino. Durante l’attesa, proprio Nardella ha regalato una ‘serenata’ a La Russa, suonando ‘Bandiera Rossa’ davanti allo sguardo divertito di Emanuele Fiano ed Andrea Romano. Il senatore FdI ha ascoltato e accennato un passaggio della canzone “…Bandiera Rossa la trionferà…”, ricordando però che in gioventù “noi aggiungevamo ‘nei cessi pubblici'” della città.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»