Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Muffa, blatte e sporcizia: a Roma vivevano in 15 in 75 mq

ROMA - Alcuni esposti da parte dei condomini di un immobile, in prossimità di piazza San Giovanni di Dio, hanno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Alcuni esposti da parte dei condomini di un immobile, in prossimità di piazza San Giovanni di Dio, hanno portato gli agenti del Gruppo Monteverde, della Polizia Locale di Roma Capitale, ad effettuare un sopralluogo in un appartamento di proprietà privata, indicato come sovraffollato, insalubre e degradato. Così in un comunicato la Polizia locale di Roma Capitale.

Il personale, diretto dal dirigente Paolo Bernardi, ha rinvenuto all’interno dell’abitazione di 75 mq, divisa in ingresso, tre camere, cucina e bagno, una condizione igienico sanitaria precaria. Presenti quindici posti letto, ma al momento della verifica sono stati trovati sei occupanti, tutti di nazionalità bengalese e regolari a permanere sul territorio nazionale. Ulteriori accertamenti sono in corso per valutare la regolarità del contratto d’affitto. I caschi bianchi hanno proceduto a notiziare la Asl per i provvedimenti del caso, considerato che all’interno dell’appartamento sono state riscontrate criticità a livello igienico sanitario, con muffe sulle pareti e sul soffitto, odori sgradevoli, presenza di blatte e sporcizia nei vari ambienti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»