Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Salvini: “Islam incompatibile con Costituzione”. Leu: “Lo sono il fascismo e le sue parole”

Salvini è convinto che l'Islam rappresenti in modo evidente "un rischio"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La questione culturale di fondo è se l’Islam, l’applicazione letterale del dettato di Maometto, oggi è compatibile con i nostri valori, con la nostra libertà e con la nostra Costituzione. Ho fortissimi dubbi. Che l’Islam rappresenti un rischio è evidente, se la dichiarazione islamica dei diritti dell’uomo prevede che la giustizia islamica prevalga sulla giustizia nazionale per me è un problema”. Così il segretario della Lega e candidato premier Matteo Salvini.

FALCONE (LEU) A SALVINI: ISLAM? FASCISMO È INCOMPATIBILE CON COSTITUZIONE

“Caro Salvini è il fascismo a non essere compatibile con la Costituzione repubblicana”. Anna Falcone, candidata alla Camera dei Deputati di Liberi e Uguali, risponde alle dichiarazioni di Salvini secondo il quale l’Islam non sarebbe compatibile con i valori della Costituzione. “E’ il vergognoso tentativo di scaricare sulle differenze di razza, di cultura, di religione lo sfacelo economico e sociale prodotto da più di vent’anni di politiche di destra -e di governi di cui ha fatto parte anche la Lega- che hanno mortificato la Costituzione e la centralità della persona umana- ha aggiunto- Salvini deve anche assumersi la responsabilità di creare con queste dichiarazioni, ormai quotidiane, un clima di crescente insicurezza e diffidenza tra le persone e nel Paese”.

L’Islam è una religione di pace– ha chiosato Falcone- “il cristianesimo è una religione di pace, credenti di ogni fede vivono in pace nel nostro Paese”. Per concludere: “Gli italiani sono stanchi di essere presi in giro da chi pensa di governarli con la paura, invece che con soluzioni concrete e innovative per i problemi più urgenti del Paese: lavoro, lotta alle diseguaglianze, salute e istruzione. Per tutti”.

FRATOIANNI: DA SALVINI PAROLE INCOMPATIBILI CON COSTITUZIONE

“Ieri Salvini in Toscana ha insultato la memoria di Sant’Anna di Stazzema e delle vittime di quell’eccidio nazista, con la battuta sull’anagrafe antifascista e quella canina. Oggi definisce l’Islam incompatibile con la Costituzione. Mi pare che il limite venga superato ogni giorno di più. Se c’è qualcosa di incompatibile con la nostra Costituzione sono le sue parole e la sua politica”. Lo afferma Nicola Fratoianni, capolista di Liberi e Uguali nel corso di un’iniziativa pubblica a Torino.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»