Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ateneo Bologna, il Cua smonta e porta in rettorato i “tornelli”/FOTO e VIDEO

Ennesima azione del collettivo universitario contro il sistema di accesso regolamentato che l'Ateneo ha messo a guardia di via Zamboni 36
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


BOLOGNA – Il Collettivo universitario autonomo (Cua) di Bologna risolve, a modo suo, il problema degli accessi ‘filtrati’ alla biblioteca di Discipline umanistiche di via Zamboni 36. E lo fa smontando la porta centrale d’emergenza della biblioteca e ‘consegnandola’ in rettorato. Le due ante della porta sono state infatti lasciate da oltre un centinaio di studenti (200, secondo il collettivo, e non tutti attivisti del Cua) nell’anticamera del 33 di via Zamboni. E fuori dal rettorato, dove ora stanno consumando un pranzo sociale, i ragazzi rilanciano le loro accuse all’Ateneo, che “senza consultare gli studenti ha speso 90.000 euro dati dai privati per installare i tornelli, soldi con cui si potevano acquistare dei libri e fornire pasti a tre euro in mensa”.

Gli studenti respingono anche “le accuse del responsabile del sistema bibliotecario d’Ateneo Guglielmo Pescatore, che ci ha paragonato agli abitanti di Goro e Gorino che hanno respinto i migranti”, e concludono con una stoccata al rettore Francesco Ubertini, che “si dice d’accordo con i 600 docenti che lamentano la scarsa conoscenza dell’italiano da parte degli studenti, ma ha ignorato le 600 firme contro i tornelli raccolte in due giorni”.

di Andrea Mari, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»