Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Bologna 200 iniezioni in più con le vaccinazioni serali

vaccinazione
Da lunedì prossimo l'Ausl estenderà l’orario di attività della Fiera fino alle 22. Sarà così possibile somministrare molte più dosi per ogni turno, dedicandosi ad alcune categorie specifiche
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Scatto in avanti della campagna vaccinale in Emilia-Romagna. Da lunedì prossimo, 11 gennaio, l’Ausl di Bologna inizierà infatti a vaccinare anche di sera, estendendo l’orario di attività del punto vaccini della Fiera fino alle 22. Sarà così possibile vaccinare fino a 200 persone in più per ogni turno serale. Dopo quello di lunedì, il successivo è in programma venerdì 15 gennaio. I turni aggiuntivi saranno dedicati ad alcune categorie specifiche, come le direzioni di Ausl, Rizzoli e Policlinico Sant’Orsola, il personale degli uffici sanitari delle Forze dell’ordine, di Esercito e Inail, gli assistenti sociali e gli psicologi del Comune di Bologna, i rappresentanti delle associazioni dei pazienti e di volontariato attive negli ospedali.

“In ogni fase di questa pandemia ho sempre avuto la certezza che l’impegno e la disponibilità del nostro personale sanitario facesse la differenza- commenta l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini- e anche oggi ne ho la riprova. Dopo mesi difficili, di impegno costante in prima linea, non era scontato trovare donne e uomini disposti a farsi carico di ulteriore lavoro”. La sanità dell’Emilia-Romagna, aggiunge l’assessore, “è un’eccellenza proprio perché sono eccezionali le persone che vi lavorano. Io non posso fare altro che ringraziarli e ricordare a tutti che proprio per non vanificare gli sforzi dei nostri operatori è importante non abbassare la guardia e continuare a seguire tutte le misure di sicurezza. Un vaccino alla volta ci avviciniamo al ritorno alla normalità“. Nel frattempo, questo fine settimana la Giunta Bonaccini sarà in visita ai centri vaccinali allestiti in Emilia-Romagna, per ringraziare ancora una volta gli operatori sanitari.

LEGGI ANCHE: Bonaccini: “Emilia-Romagna verso la zona arancione, ma stiamo facendo bene”

In Emilia-Romagna sono state somministrate finora 50.383 dosi dall’avvio della campagna, di cui 8.277 vaccinazioni fatte oggi (il dato è aggiornato alle 18). “Se la nostra sanità ci sta permettendo di fronteggiare una pandemia epocale- affermano il presidente Stefano Bonaccini e Donini- lo dobbiamo anche e soprattutto alle persone che ogni giorno lavorano nei nostri ospedali, nelle nostre strutture sanitarie e in quelle socio-assistenziali. Da ormai un anno sono in prima linea per combattere il virus e hanno scelto di farsi carico di ulteriori turni di lavoro per vaccinare”. Con le aziende sanitarie “abbiamo allestito una campagna di vaccinazione che si sta dimostrando efficace- rivendicano Bonaccini e Donini- in grado di somministrare tutte le dosi disponibili nei tempi prestabiliti. Il vaccino è un traguardo che abbiamo visto per i lunghi mesi del lockdown come la luce in fondo al tunnel e oggi abbiamo la certezza concreta di aver intrapreso la strada che, se contestualmente continueremo a rispettare tutte le misure di sicurezza, ci riporterà alla normalità”.

Bonaccini sarà in visita dopodomani, domenica 10 gennaio, alle 16 all’ospedale di Baggiovara, a Modena. La vicepresidente Elly Schlein sarà invece domani mattina, sabato 9 gennaio, alle 9.30 al punto vaccini della Fiera di Bologna, mentre Donini incontrerà il personale del Rizzoli domattina alle 11. E ancora: il sottosegretario Davide Baruffi sarà domani a Piacenza, l’assessore Barbara Lori a Parma, Alessio Mammi a Reggio Emilia, Irene Priolo in Fiera a Bologna (domani pomeriggio), Mauro Felicori a Imola (domenica mattina), Paolo Calvano a Ferrara domani pomeriggio, Andrea Corsini a Ravenna e Rimini (domenica), Paola Salomoni domani a Cesena.

LEGGI ANCHE: Vaccino, Arcuri: “Entro fine marzo 5,9 mln di somministrazioni, 21,5 entro maggio”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»