Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Cecilia come Greta, la protesta contro la Dad della studentessa di Trieste

cecilia_protesta_dad
Ogni giorno, seduta a terra nell'atrio della sua scuola, segue le lezioni svolte da remoto dai suoi docenti attraverso un tablet
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Micol Brusaferro

TRIESTE –  Ha ripreso la sua protesta Cecilia, studentessa del primo anno del liceo Petrarca a Trieste, l’unica in citta’, e tra i pochi ragazzi in Friuli Venezia Giulia, a manifestare contro la didattica a distanza nelle scuole superiori. Prima stazionava all’esterno, sui gradini dell’istituto, che ora l’ha accolta nell’atrio, all’ingresso, dove ogni giorno, seduta a terra, dal suo tablet si collega alle lezioni svolte da remoto dai suoi docenti. Dopo le vacanze natalizie e’ tornata, a modo suo, a scuola, portando avanti la mobilitazione silenziosa, iniziata mesi fa. All’inizio alcuni suoi coetanei le hanno fatto compagnia, ma per qualche giorno soltanto, restando poi a casa. Cecilia e’ rimasta sola e intende proseguire, fino a quando sara’ possibile nuovamente rientrare in classe. “Non intendo mollare- dice- andare a scuola e’ un diritto. Seguire le lezioni a distanza non e’ facile, mi auguro che quanto prima si possa tornare alla normalita’”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»