Nave incagliata in Sardegna, “esclusa presenza idrocarburi”

Continuano i controlli dopo l'incidente del 21 dicembre, quando nelle coste Sud si è incagliata la nave mercantile "Cdry blue"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – “Nessun danno ambientale nelle coste del Sud Sardegna. I campionamenti effettuati, anche ieri, dai tecnici dell’Arpas escludono la presenza di idrocarburi sul fondale e nell’acqua di superficie”. Le rassicurazioni giungono dall’assessore regionale alla Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis, durante il sopralluogo nelle scogliere di Capo Sperone a Sant’Antioco, dove, lo scorso 21 dicembre, si è incagliata la nave mercantile “Cdry blue”.

“Ovviamente, i controlli proseguiranno fino al termine delle operazioni di recupero- sottolinea Lampis-. Dopo l’incidente la giunta ha comunque monitorato la situazione, al fianco dell’amministrazione comunale, tenendosi informata sulle operazioni realizzate per tutelare l’integrità ambientale, che finora hanno consentito di ridimensionare i rischi di inquinamento“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

8 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»