Entro giugno Deliveroo apre in 90 nuove città

Il piano punta a crescere di oltre il 55% il numero delle città coperte dal servizio in sei mesi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Nuove 90 città da raggiungere nella prima metà del 2020. È il primo obiettivo del nuovo anno di Deliveroo, piattaforma dell’online food delivery decisa a continuare a investire in Italia: il suo piano punta a crescere di oltre il 55% il numero delle città coperte dal servizio in sei mesi. Inoltre, nell’anno degli Europei, Deliveroo, main partner della Federazione italiana giuoco calcio, vuole arrivare ad avere prima della partita inaugurale del torneo (allo Stadio Olimpico di Roma venerdì 12 giugno) più di 240 città raggiunte dal suo servizio. Città in cui Deliveroo “conta di collaborare con centinaia di nuovi ristoranti e rider, contribuendo alla crescita economica dei territori in cui opera”, spiega una nota della stessa piattaforma.

Il piano di espansione del 2020 inizia nella seconda metà di gennaio con l’apertura di cinque nuove città: Sanremo in Liguria, Montemurlo in Toscana, Seriate e Nembro in Lombardia e Albignasego in Veneto. Nella “città dei fiori” il servizio sarà attivato proprio a ridosso dell’inizio della 70a edizione del Festival della canzone italiana.

“Dopo un anno di grande espansione, non solo dal punto di vista territoriale, siamo pronti ad iniziare il 2020 confermando i nostri investimenti in Italia puntando su un nuovo e ambizioso piano di espansione che ci porterà in 90 nuove città in soli sei mesi”, afferma Matteo Sarzana, general manager di Deliveroo Italia che aggiunge: “Crescere a questa velocità comporta uno sforzo organizzativo significativo: ogni città è diversa dalle altre e noi vogliamo contribuire a creare nuove concrete opportunità di lavoro e di sviluppo nel territorio”.

Prosegue anche nel 2020 la partnership con McDonald’s. Grazie al servizio McDelivery, con Deliveroo sarà possibile ordinare e ricevere a domicilio i menù McDonald’s. Il servizio sarà esteso a nuovi ristoranti che si aggiungono a quelli già presenti in piattaforma.

In particolare, in Toscana, McDelivery sarà attivato nei McDonald’s di Campi Bisenzio in via Barberinese, Montemurlo in via G.Di Vittorio angolo Via Montalese, e Pisa in via Gargalone.

In Emilia-Romagna, i ristoranti McDonald’s coinvolti sono quelli di Forlì, al centro commerciale Puntadiferro in P.le della Cooperazione, e Ravenna in Piazza Luigi Carlo Farini.

A Roma, McDelivery sarà attivato nei McDonald’s di Via Marsala e Via Tiburtina 1150 in zona Pietralata.

In Veneto, sarà possibile ordinare dai McDonald’s Vicenza presso il centro commerciale Palladio, Albignasego in via Verga, Marghera in Via Arduino, Mestre presso il centro commerciale Auchan di Via Pionara e il centro commerciale Porte di Mestre in via Tosatto.

E ancora, in Lombardia il servizio sarà esteso ai McDonald’s di Bergamo presso il centro commerciale Le due Torri in Via Guzzanica, Brescia in Via Einaudi, Curno presso il centro commerciale Curno in Via Fermi, Nembro in Via Monsignor Aldo Nicoli, Seriate presso il centro commerciale Alle Valli in Via Brusaporto.

Infine, per quanto riguarda il Piemonte, sarà possibile ordinare anche dal McDonald’s di Torino, presso il centro commerciale Le Gru, in Via Crea.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

8 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»