Maroni lascia; Migranti, grazie del Papa all’Italia; check up sui poteri dello Stato

Edizione dell'8 gennaio 2018
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

https://www.youtube.com/watch?v=aNWDKWJkXVw&feature=youtu.be

MARONI LASCIA, IN LOMBARDIA CORSA ALLA SUCCESSIONE

“Non mi ricandiderò. E’ una decisione personale, presa in autonomia e subito condivisa con Salvini”. Roberto Maroni conferma che non correra’ per la presidenza della Regione Lombardia. Per la successione il governatore indica il nome di Attilio Fontana, ex sindaco di Varese, come candidato del Carroccio. “Con l’autonomia che sarà fatta entro le elezioni, possiamo concludere in bellezza e aprire una prospettiva straordinaria per la Lombardia”, ha detto Maroni che ha rivendicato il referendum del 22 ottobre scorso come un “successo storico”.

VIA LE TASSE UNIVERSITARIE? E’ SCONTRO

E’ polemica sulla proposta lanciata ieri da Pietro Grasso di abolire le tasse universitarie. “E’ una proposta alla Trump”, dice il ministro dello Sviluppo Carlo Calenda spiegando che favorisce la parte più ricca del Paese, perché gli studenti meno abbienti sono già esentati dalle tasse. Gli replica Pier Luigi Bersani che al ministro ricorda che l’Italia ha la metà dei laureati dei più grandi paesi europei. Per Ettore Rosato del Pd si tratta di una proposta sbagliata perche’ rivolta a tutti e non solo ai redditi piu’ bassi.

MIGRANTI, IL PAPA RINGRAZIA ITALIA PER L’IMPEGNO

Papa Francesco ringrazia l’Italia per l’impegno nell’accoglienza dei migranti. “In questi anni- ha detto al Corpo diplomatico il Pontefice, come riferisce il Sir- l’Italia ha mostrato un cuore aperto e generoso e ha saputo offrire anche dei positivi esempi di integrazione”. Bergoglio ha espresso l’auspicio che le difficoltà economiche “non portino a chiusure e preclusioni” perchè rifugiati e migranti cercano di raggiungere l’Europa alla ricerca di condizioni migliori. Infine il Papa ha rilanciato il dialogo tra le due Coree e in Siria.

VERSO LE ELEZIONI, CHECK UP SUI POTERI DELLO STATO

Delineare lo stato di salute dell’ordinamento alla vigilia delle elezioni politiche. E’ l’obiettivo del convegno sui “poteri dello Stato” organizzato all’Istituto Sturzo dalla Scuola in Anticorruzione e Appalti nella Pubblica Amministrazione dell’Università di Salerno. Coordinato da Gianluca Maria Esposito, l’incontro vedra’ alternarsi gli interventi di Giuliano Amato, Giovanni Maria Flick, Sabino Cassese. Sul piano della qualita’ della legislazione resta ancora molto da fare, dicono tra gli altri i parlamentari Andrea Mazziotti e Gaetano Quaglieriello.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»