Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Donne in nero per i Golden Globe 2018: no alla violenza. Ecco i vincitori

ROMA - Rompere il muro del silenzio contro la violenza sulle donne. E' stato questo il tema principale della
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Rompere il muro del silenzio contro la violenza sulle donne. E’ stato questo il tema principale della 75esima edizione dei Golden Globe, i più importanti premi americani per il cinema e le serie tv che precedono gli Oscar assegnati dalla Hollywood Foreign Press Association e che hanno visto un ‘oceano nero’ sul tappeto rosso. Quasi tutte le donne – attici e addette al backstage – infatti erano in abito nero a sostegno del movimento #metoo #timesup contro le molestie, gli abusi e la violenza contro le donne. 

Oprah Winfrey riceve il Golden Globe alla carriera

“La speranza di un nuovo giorno è qui”, ha detto Oprah Winfrey ricevendo il premio Cecil B. DeMille, il Golden Globe alla carriera, per la prima volta assegnato a una donna afroamericana. E ha concluso: “Quando l’alba finalmente arriverà, sarà per merito di donne eccezionali, alcune delle quali sono in questa stanza, e di alcuni uomini fenomenali, che lottano duramente per diventare i leader che ci porteranno verso un tempo in cui nessuno debba più trovarsi a dire ‘Me Too'”.

Ecco i vincitori del ‘Globo d’oro’

Anche se Natalie Portman ha scherzato, quando ha annunciato il premio come miglior regista – “nessuno di loro è una donna” – si può dire che i premi sono stati quasi tutti in rosa: 

  • Miglior film drammatico: Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri), regia di Martin McDonagh
  • Miglior film commedia o musicale: Lady Bird, regia di Greta Gerwig
  • Miglior regista: Guillermo del Toro – La forma dell’acqua – The Shape of Water
  • Migliore attrice in un film drammatico: Frances McDormand – Tre manifesti a Ebbing, Missouri
  • Migliore attore in un film drammatico: Gary Oldman – L’ora più buia (Darkest Hour)
  • Migliore attrice in un film commedia o musicale: Saoirse Ronan – Lady Bird
  • Migliore attore in un film commedia o musicale: James Franco – The Disaster Artist
  • Miglior film d’animazione: Coco, regia di Lee Unkrich e Adrian Molina
  • Miglior film straniero. Oltre la notte (Aus dem Nichts), regia di Fatih Akın • Germania
  • Migliore attrice non protagonista: Allison Janney – I, Tonya
  • Migliore attore non protagonista: Sam Rockwell – Tre manifesti a Ebbing, Missouri
  • Migliore sceneggiatura: Martin McDonagh – Tre manifesti a Ebbing, Missouri
  • Migliore colonna sonora originale: Alexandre Desplat – La forma dell’acqua – The Shape of Water
  • Migliore canzone originale: This Is Me (Pasek and Paul) – The Greatest Showman

Premi per la televisione

  • Miglior serie drammatica: The Handmaid’s Tale
  • Miglior attrice in una serie drammatica: Elisabeth Moss – The Handmaid’s Tale
  • Miglior attore in una serie drammatica: Sterling K. Brown – This Is Us
  • Miglior serie commedia o musicale: The Marvelous Mrs. Maisel
  • Miglior attrice in una serie commedia o musicale: Rachel Brosnahan – The Marvelous Mrs. Maisel
  • Miglior attore in una serie commedia o musicale: Aziz Ansari – Master of None
  • Miglior miniserie o film per la televisione: Big Little Lies – Piccole grandi bugie (Big Little Lies)
  • Miglior attrice in una mini-serie o film per la televisione: Nicole Kidman – Big Little Lies – Piccole grandi bugie
  • Miglior attore in una mini-serie o film per la televisione: Ewan McGregor – Fargo
  • Migliore attrice non protagonista in una serie, mini-serie o film per la televisione: Laura Dern – Big Little Lies – Piccole grandi bugie
  • Miglior attore non protagonista in una serie, mini-serie o film per la televisione: Alexander Skarsgård – Big Little Lies – Piccole grandi bugie

Leggi anche: Dalla molestia alla violenza: ecco dove si esercita, chi la commette e perchè non si denuncia

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»