Si e Sel, ultimatum al Pd: “Senza atti di sinistra corriamo da soli”

"Noi- spiega Nicola Fratoianni , in vista delle amministrative, ci candidiamo come forza autonoma con candidature autonome e competitive"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Senza un accordo su programmi di sinistra, Si-Sel sarà “una forza autonoma alle elezioni amministrative per permettere a questo Paese di scegliere tra proposte di governo piu’ credibili”. Lo sottolinea Alfredo D’Attorre durante una conferenza alla Camera di Sinistra italiana con i colleghi di partito Nicola Fratoianni, Arturo Scotto, Loredana De Petris.

si_sel

“C’è stato il complesso delle cosiddette riforme renziane– aggiunge- che, mattone dopo mattone, hanno demolito l’impianto culturale del centrosinistra. Se vogliamo riaprire una prospettiva di centrosinistra, servono atti concreti”. Vogliamo dire “con chiarezza- sottolinea anche Fratoianni- che noi, in vista delle amministrative, ci candidiamo come forza autonoma con candidature autonome e competitive. E lo facciamo a partire da questioni concrete”. Fratoianni ricorda che “questi dirigenti” del Pd, che oggi vogliono governare con noi, “all’indomani dell’approvazione dell’Italicum festeggiavano la fine della gabbia delle coalizioni, la nuova stagione in cui il Partito della Nazione si candidava alla guida del Paese”.

di Maria Carmela Fiumanò, giornalista professionista

LEGGI ANCHE:

Nasce Sinistra italiana, “Il Pd deragliato è pericoloso”

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»