Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Legge di Bilancio, De Filippo: “Interventi decisivi e coraggiosi”

'Sul fronte dell'economia, ma anche dell'occupazione e della lotta al precariato', sottolinea il sottosegretario all'Istruzione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

vito_de_filippoROMA – “Il governo e anche il Parlamento stanno portando a compimento interventi che io considero decisivi e assolutamente incisivi, sul fronte dell’economia ma anche dell’occupazione e della lotta al precariato”. Lo sottolinea il sottosegretario all’Istruzione Vito De Filippo, commentando la legge di bilancio al vaglio della Camera.

Interpellato dall’agenzia Dire, il rappresentante del governo ricorda in particolare “alcuni interventi sul precariato della ricerca, che vanno nella direzione di risolvere problemi storici di questo settore. Anche nel mondo della scuola- osserva- ci sono interventi molto interessanti. Bisogna continuare su questa strada e ridurre nel corso del tempo il lavoro precario e fare in modo, sul piano normativo e anche da parte del mondo dell’impresa, che siano favorite le assunzioni con contratti a tempo indeterminato”.

Più in generale, De Filippo sottolinea che “una legge di bilancio bisogna collocarla sempre in un tempo istituzionale e in una condizione finanziaria del Paese: visti questi due elementi mi pare che ci siano coraggiose iniziative sul fronte dell’occupazione, del Mezzogiorno, della ricerca e della scuola. Devo dire che in queste ore, anche grazie al lavoro parlamentare e agli emendamenti che saranno presentati dal governo, mi sembra che l’impianto iniziale del testo potrà essere ulteriormente qualificato e migliorato”.

Rispetto al nodo della sanità, il sottosegretario osserva che “negli ultimi anni il fondo, anche se di poco, è sempre cresciuto e anche questa è la dimostrazione dell’interesse del governo verso un importante settore come quello della sanità. Bisogna procedere in due direzioni: rendere più efficiente il settore, evitando gli sprechi e le duplicazioni, e non ridurre le risorse. Quest’anno- conclude De Filippo- si fa uno sforzo in questa direzione che sicuramente potrà essere migliorato nei prossimi anni”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»