VIDEO | Scontri a Bologna in pieno centro, vernice contro negozi in galleria Cavour: 2 fermi

In piazza riders e antagonisti: i manifestanti hanno evitato il cordone della Polizia e sono entrati in Galleria Cavour, uova contro le vetrine. Due giovani colpiti col manganello e fermati
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – Scontri a Bologna durante la manifestazione partita in tarda serata da piazza del Nettuno per protestare contro le conseguenze dell’ultimo Dpcm. In piazza alcune centinaia di persone, tra riders e antagonisti della città. Il corteo era stato lanciato da Riders Union e molti collettivi e centri sociali cittadini, con partenza prevista alle 18.

BLITZ DEI MANIFESTANTI IN GALLERIA CAVOUR, TRACCIATA SCRITTA SU VETRINA GUCCI

Dopo la partenza il corteo è riuscito a evitare le forze dell’ordine e ad entrare di corsa all’interno di Galleria Cavour, travolgendo un vigilante all’ingresso e numerose fioriere. C’è stato anche qualche contatto tra manifestanti e agenti in borghese. Sono state lanciate uova di vernice contro le vetrine ed è stata tracciata almeno una scritta sulla vetrina di Gucci.

 

MANGANELLATE E DUE FERMI

I manifestanti sono fuoriusciti da un altro ingresso della Galleria e poco dopo, in via Marchesana, sono stati raggiunti dalla polizia che ha fatto partire una carica.

Due manifestanti sono stati trattenuti dagli agenti, dopo aver ricevuto manganellate, e sono tuttora in stato di fermo all’incrocio con via Clavature, ammanettati. Si tratta di un ragazzo e di una ragazza.

Il grosso dei manifestanti ha proseguito verso piazza Maggiore.

MEROLA: CONDANNA BLITZ GALLERIA CAVOUR E GRAZIE A POLIZIA

“La libera protesta non può diventare libertà di danneggiare attività di altri e disprezzo delle norme previste contro la pandemia. Condanna da parte mia e della città. Ringrazio le forze dell’ordine per avere contenuto i danni e represso i disordini. Chi protesta stia attento a chi ne approfitta per altri scopi”. Così il sindaco di Bologna, Virginio Merola, commenta il blitz in galleria Cavour compiuto durante il corteo antagonista di stasera.

Intanto, dopo gli scontri fuori dalla galleria e il fermo di due manifestanti, portati via in manette dalla polizia, i manifestanti hanno proseguito il corteo prendendo via Rizzoli. Sono stati fermati dalla polizia al centro della “T”, ma dopo un po’ gli agenti hanno fatto passare il corteo, che ha imboccato via Indipendenza arrivando fino a piazza VIII Agosto, dove ora la manifestazione si è fermata.

Durante il percorso, altre tensioni dovute ad alcuni isolati lanci di bottiglie: ne sono scaturite più che altro discussioni molto animate tra gli stessi manifestanti, in particolare dopo che una bottiglia partita dalle retrovie ha colpito un ragazzo che si trovava in testa al corteo. Al megafono, all’arrivo in piazza VIII Agosto, uno dei portavoce della protesta ha affermato che l’intenzione è quella di non sciogliere la manifestazione fino al rilascio delle due persone fermate.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»